Autore: Gabriele Cavallaro

Da sempre appassionato di scrittura, giornalista pubblicista dal 2011, amo alla follia mio figlio Tommaso. Poi anche il calcio, il mare, i tramonti, la musica, i libri, la vita a colori ma anche quella in bianco e nero. Ho un gatto e sono convinto, come diceva qualcuno, che chi non sa ridere non è una persona seria.

Il progetto Superlega, che per 48 ore ha illuso chi credeva in un calcio d’elite dal grande contenuto di spettacolo, si è sciolto come neve al sole. E’ durato come un gatto in tangenziale, si è letto sui social. Promotore dell’idea, con l’appoggio di Florentino Perez, il numero uno della Juventus, Andrea Agnelli. Che ha avuto il coraggio di portare avanti le sue idee fino alla fine, anche quando una ad una le ex compagne d’avventura hanno deciso di fare marcia indietro. Anche quando altri, vedi Milan ed Inter, hanno deciso di alzare la testa da sotto la sabbia solamente…

Read More

Juve-Porto, con l’inutile vittoria per 3 a 2 dopo la sconfitta in terra lusitana dell’andata, ha certificato per i bianconeri l’ennesimo addio anticipato alla corsa verso la tanto ambita Coppa dalle “grandi orecchie”. Fine di un ciclo? Facile a dirsi, ma non per mister Andrea Pirlo. “Io in questo momento sono allenatore della Juventus, è solo l’inizio di un progetto più ampio. Questo è solo il primo anno. Ho parlato con il presidente Agnelli, non mi ha rassicurato di niente perché ero già tranquillo, da qui ripartiamo”, ha detto il tecnico a fine match in conferenza stampa. Ma è la…

Read More

La sfida tra Inter e Juve, vinta dai nerazzurri per 2 a 0, potrebbe rappresentare seriamente la parola fine per uno dei cicli più vincenti della storia del calcio, quello dei nove scudetti di fila per i bianconeri. “I cicli a volte finiscono”, ha ammesso amaramente capitan Chiellini, come riportato anche da SportMediaset. Inter-Juve, una presa di coscienza E’ una presa di coscienza evidente, un giudizio inevitabile dopo una gara che poteva finire tranquillamente con un punteggio tennistico in favore degli uomini di Conte, totalmente padroni del campo. “Hanno meritato nettamente di vincere, ci hanno surclassato. Abbiamo sbagliato in tutte…

Read More

Che Dio fosse morto ce lo avevano già detto il filosofo tedesco Friedrich Nietzsche, in una celebre frase riportata nelle sue opere “La gaia scienza” e “Così parlò Zarathustra”. Ce lo aveva ricordato, gridandolo con rabbia, Francesco Guccini, in una dura canzone di protesta scritta nel 1965. Insomma, forse lo sapevamo già. Ma quando la cronaca ha fatto risuonare la notizia della morte di Diego Armando Maradona, il Dio del calcio, tutti o quasi abbiamo fatto fatica a crederlo. Perché credevamo che lui, almeno lui, nonostante gli eccessi fuori dal rettangolo verde, potesse essere preservato. Per le emozioni che ha…

Read More

La recente morte di Chadwick Boseman, l’attore di “Black Panther” prematuramente scomparso a causa di un tumore, ha scosso gran parte del mondo. A tal punto che, come confermato da Twitter, l’ultimo post, pubblicato dalla famiglia il 29 agosto per annunciarne la dipartita, è entrato nella storia del social. Si tratta del tweet con più like di sempre, ben 7.3 milioni, con 3.1 milioni di retweet ed oltre 163mila commenti. pic.twitter.com/aZ2JzDf5ai — Chadwick Boseman (@chadwickboseman) August 29, 2020 Chadwick Boseman, il record certificato da Twitter Si tratta di un record amaro, ma che ben fa comprendere la portata dell’affetto…

Read More

Dieci mesi dopo l’ultima volta, l’Italia di Roberto Mancini è tornata, in vista delle gare di Nations League contro Bosnia ed Olanda. Intanto, come si può vedere anche sui canali social ufficiali della Nazionale di calcio italiana, è stata presentata la nuova maglia, ispirata alla cultura del Rinascimento, che i calciatori indosseranno in campo nelle competizioni che li vedranno protagonisti. .@pumafootball presenta il nuovo Home kit della #Nazionale🇮🇹 ispirato alla cultura del rinascimento ➡️ https://t.co/yx0RYvVHL9 🗣️ #Chiellini: “La maglia della Nazionale rappresenta la passione di milioni di tifosi nel mondo” ℹ️ Info: https://t.co/tSJW0LXjGN#VivoAzzurro pic.twitter.com/cEpNYvrDHi — Nazionale Italiana ⭐️⭐️⭐️⭐️ (@Vivo_Azzurro)…

Read More

La riapertura delle scuole è ormai imminente, le lezioni partiranno il 14 settembre. E dopo giorni di intense polemiche, appaiono sempre più chiare le regole che gli esperti hanno deciso di proporre per un rientro in sicurezza. Tra le più significative, quella sulle mascherine. Se gli studenti hanno la possibilità di essere seduti al proprio banco monoposto e di essere distanziati di un metro con gli altri compagni, non servirà indossarle. La regola vale per tutti, dalle elementari alle superiori. Scuole, le indicazioni sulle attività sportive Lo anticipa il “Corriere della Sera”, prima che oggi, nel corso di una riunione…

Read More

Il coronavirus continua ad impensierire il mondo. In particolare, analizzando i dati sempre aggiornati della Johns Hopkins University, sono gli Stati Uniti ad essere più di tutti nell’occhio del ciclone, essendo il Paese con più contagi e più vittime in assoluto. Fino ad oggi, negli Usa, il Covid-19 ha provocato oltre 180mila decessi. Nelle ultime 24 ore le nuove vittime sono state 931, mentre da inizio pandemia si sono registrati 5,8 milioni di contagi. Intanto, come riporta anche Sky Tg24, il presidente Donald Trump ha promesso al Paese che verrà prodotto “un vaccino entro la fine dell’anno, se non addirittura…

Read More

Zlatan Ibrahimovic ed il Milan continueranno la loro avventura insieme, la scelta è fatta. Dopo un lungo tira e molla cominciato al termine della scorsa stagione sul rinnovo contrattuale, l’asso svedese ed il suo procuratore, Mino Raiola, hanno ottenuto ciò che volevano. Ovvero un contratto da 7 milioni di euro, valido per un anno, il terzo più oneroso della serie A, dopo quelli di CR7 e De Ligt e al pari di quello di Lukaku, come riporta “La Repubblica”. Visualizza questo post su Instagram Like I said im just warming up @acmilan Un post condiviso da Zlatan Ibrahimović…

Read More

Centrocampista texano, ad un passo dal compimento dei 22 anni, Weston McKennie è uno dei primi rinforzi in arrivo per Andrea Pirlo, nuovo allenatore della Juventus dopo la parentesi Sarri. Il calciatore americano sbarca in bianconero con la formula del prestito, dallo Schalke 04, per 3,5 milioni. Il riscatto è già stato fissato a 18 milioni di euro, così come riporta il sito web del quotidiano sportivo “Tuttosport”. Juventus e il colpo McKennie Sono la forza, il dinamismo e l’entusiasmo i tre ingredienti del nuovo motorino “a stelle e strisce” del nuovo corso Juventus. Numericamente, all’interno della rosa della Vecchia…

Read More