Elezioni Usa, perché Donald Trump è stato escluso dalle primarie in Illinois?

L’ex presidente Usa, Donald Trump, rischia di essere escluso dalle primarie dell’Illinois. La decisione, che al momento è stata sospesa, è stata presa dal giudice Tracie R. Porter, della State Circuit Court della contea di Cook, è fondata sul 14esimo emendamento della Costituzione statunitense ed è legata al coinvolgimento di Trump nell’assalto di Capitol Hill, … Leggi tutto

Salis, prosegue il braccio di ferro tra Italia e Ungheria. Tajani: “Si rispettino i diritti”

Continuano le tensioni sul fronte Budapest-Roma relativamente alla situazione di Ilaria Salis, l’insegnante 39enne detenuta in Ungheria dall’11 febbraio 2023, accusata di lesioni aggravate ai danni di alcuni rappresentati di estrema destra. Il governo ungherese ha alimentato il braccio di ferro affermando, attraverso i social con le parole degli Esteri Péter Szijjártó: “È sorprendente che … Leggi tutto

Abruzzo, il campo largo del centrosinistra riuscirà a espugnare la roccaforte della destra?

Dopo l’esperimento (riuscito) in Sardegna, l’asse Conte-Schlein cerca nuovi successi, magari a fronte di un campo larghissimo che comprenda anche Carlo Calenda. Le prossime partite si giocheranno in Abruzzo e in Basilicata, con pentastellati e dem che sperano di riproporre la formula vincente Todde. “La direzione intrapresa un anno fa è la direzione giusta”, ha … Leggi tutto

Sardegna, Fratoianni: “Uniti si vince, divisi si perde”

[scYT IdVideo=”QrSC_xlcfDQ”]

Fuori da Montecitorio, Nicola Fratoianni, leader di Sinistra Italiana, ha commentato il risultato elettorale in Sardegna. “Uniti si può vincere, divisi si perde senza scampo. È da molto che Avs spinge per questa direzione, questa volta il risultato è arrivato e devo ringraziare Todde, i sardi e le sarde che hanno scelto il cambiamento e Alleanza Verdi e Sinistra che ha un ottimo risultato anche rispetto le politiche, per noi è un segno incoraggiante che ci dice come Avs sia determinante per vincere e per offrire un’alternativa alla destra nei territori e nel Paese”.

“Avs cresce, siamo al 4,7%, eleggiamo quattro consigliere e con altre liste della sinistra arriviamo al 10%. Questa coalizione deve presentarsi in tutti territori. Noi anche in questi giorni siamo impegnati in campagna elettorale anche in Abruzzo, pensiamo si possa replicare anche in quel territorio. Credo che anche lì si possa raccogliere il consenso dei delusi della destra perché Marsilio ha governato male”, ha aggiunto Elisabetta Piccolotti, deputata di Avs.

Sardegna, Orlando: “Vittoria deve far riflettere il Pd sul vivere alleanza come opportunità”

[scYT IdVideo=”Zmf5QOZ73AU”]

Anche il deputato del Pd Andrea Orlando ha parlato della vittoria in Sardegna. “La colazione spinge in un lavoro a livello nazionale nel quale noi dobbiamo trovare le modalità per trasformare questa spinta in un lavoro programmatico e in una formula che consenta di aderire nella coalizione anche non riconoscendosi per forza in una delle forze politiche che la compongono. È una vittoria della Schlein e della linea politica uscita dal congresso, a mio avviso questo dovrebbe aiutare il Pd anche nel suo dibattito interno, si dovrebbe passare dal vivere l’alleanza come necessità al viverla come opportunità. I limiti ci sono ma dobbiamo anche far capire alle persone la potenzialità. Trasferire un risultato locale al nazionale porta sempre ad una sovrastima, non credo ci sia nessun automatismo ma dobbiamo tener conto che questa partita è stata giocata con un candidato di un pezzo di sinistra e centrosinistra che candidava un governatore storico del Pd, bandiera in Sardegna per dieci anni”.

Palestina, l’imam di Firenze: “Ho conosciuto l’antisemitismo solo in Italia”

[scYT IdVideo=”hxVuG7DbmAo”]

Stamattina è stato celebrato il rito funebre musulmano per uno degli operai morti nel cantiere fiorentino dell’Esselunga. Dopo la preghiera, l’imam Izzedin Elzir ha risposto anche alle domande sulla reazione del console Marco Carrai, in seguito al convegno sul Medio Oriente tenutosi sabato scorso a Palazzo Vecchio. Elzir: “Certamente il console Carrai è nato nella realtà italiana, dove c’è antisemitismo. Lo denunciamo anche noi qui in Italia e in Europa, ma nel mondo islamico e palestinese, dove sono cresciuto, sotto l’occupazione israeliana, non ho conosciuto antisemitismo. Solo qui”.

Crollo a Firenze, la preghiera dell’imam: “Li ricorderò nel Ramadan”

[scYT IdVideo=”QqSU2NbLrbs”]

Parlando di Taufik Haidar e degli altri operai marocchini morti nell’incidente del cantiere dell’Esselunga, l’imam Elzir ha spiegato che “le salme verranno portate a casa, uno verso Bologna e poi in Marocco, le altre due prima a Bergamo e poi in Marocco. In patria i familiari potranno decidere di fare di nuovo il rito funebre. Ricorderò sempre queste persone in ogni preghiera, naturalmente nel Ramadan. Ho denunciato quanto ho sentito da alcuni di loro, invece di guadagnare loro, facevano guadagnare chi non lavorava realmente”.

Sardegna, la vittoria di Todde può essere un campanello d’allarme per il governo?

Aumentano le tensioni all’interno della coalizione di centrodestra dopo la proiezione della sconfitta nella recente tornata elettorale in Sardegna. Voto disgiunto o candidato sbagliato, cresce la sfiducia tra gli alleati dopo la sconfitta del candidato Paolo Truzzu nell’isola. “La responsabilità è del sottoscritto e di nessun altro” ha detto il candidato del centrodestra, in conferenza … Leggi tutto

Forze dell’ordine, i codici identificativi aiuterebbero a evitare gli abusi di potere?

Le cariche della Polizia contro studenti che protestavano pacificamente a Pisa, Firenze, Napoli e Torino hanno infiammato il dibattito. Dopo oltre 20 anni dagli accadimenti del G8 di Genova, si torna a parlare ancora di codici identificativi per le Forze dell’Ordine e non è un caso. Martedì 3 ottobre, la presidente del consiglio Giorgia Meloni è arrivata a Torino per partecipare alla giornata conclusiva del Festival delle regioni … Leggi tutto

Agricoltura, Lollobrigida: “Pac scritta male. La revisione sia rapida”

[scYT IdVideo=”km5vrqN1Rmk”]

“L’attuale Pac” entrata in vigore a gennaio 2023 “è stata scritta male. Noi chiediamo delle modifiche sostanziali dove il reddito dell’agricoltore, come manutentore del territorio, sia tenuto in considerazione più di posizioni ideologiche”. Lo ha dichiarato il ministro dell’Agricoltura e sovranità alimentare, Francesco Lollobrigida, in un punto stampa davanti al Parlamento Ue a margine delle proteste di agricoltori in corso a Bruxelles. “Noi italiani abbiamo il dovere di sentirci corresponsabili delle scelte dell’Ue e di influenzarle. Non siamo una nazione di secondo piano, ma una delle nazioni più importanti dell’agroalimentare”, ha aggiunto Lollobrigida.

Lollobrigida: “Abbiamo riportato il tema al centro del dibattito”

[scYT IdVideo=”in1TUwTmKr4″]

“Abbiamo rimesso l’agricoltura al centro del dibattito in Italia, anche rapportandoci con associazioni e agricoltori con cui continuiamo a dialogare. Sono tutti consapevoli del cambio di passo del nostro Governo rispetto all’approccio al tema”, ha aggiunto Lollobrigida. “L’Italia ha fatto scelte coraggiose sul piano internazionale, sapendo dire ‘no’ a cose che non condividevamo, senza aspettare che qualcuno ci dicesse cosa fare”, ha poi concluso il ministro.

Potrebbe interessarti anche questo articolo: Cos’è la Politica agricola comune (Pac) e perché ha causato le proteste degli agricoltori?

Pisa, gli studenti del liceo Buonarroti dopo gli scontri: “Molti ancora sotto shock”

[scYT IdVideo=”j9U3J-Mvd2o”]

Lunedì di scuola, a Pisa gli studenti sono ancora scossi per quanto avvenuto venerdì scorso, per gli scontri con la polizia e i manganelli. “Io stavo andando alla manifestazione, ma ero con un amico e sua madre lavora alla Normale di Pisa, ha visto tutto dall’alto, si è resa conto della situazione e ci ha avvisati. Sono arrivato in quella zona venti minuti dopo la carica. Ho trovato un gruppo di carabinieri in tenuta antisommossa, non ho trovato una situazione rassicurante, anche nei miei confronti da parte delle forze dell’ordine. Ho diversi amici che erano in prima linea. Un mio amico di seconda, è ancora traumatizzato, non viene a scuola da due giorni“. Un professore: “Penso che abbiano esagerato, sono sempre dei ragazzi e bisogna andarci piano. Ci vuole una certa cautela, più calma e attenzione verso di loro”.

Violenze Pisa, il liceo Russoli espone uno striscione di solidarietà agli studenti

[scYT IdVideo=”CJKfHyp3KHU”]

A poche ore dagli scontri che hanno coinvolto gli studenti di alcuni istituti di Pisa, dal liceo artistico Russoli, dietro piazza dei Cavalieri, viene srotolato uno striscione in solidarietà dei ragazzi colpiti dai manganelli. “Non si reprime un ideale di libertà. Vicini agli studenti che hanno manifestato“, queste le parole nello striscione con la bandiera palestinese che incornicia la parola “ideale“.

Tutte le volte in cui sono state invocate le dimissioni del ministro Piantedosi

Il richiamo del presidente della Repubblica Sergio Mattarella al ministro dell’Interno, Matteo Piantedosi, rappresenta un evento che ha pochi precedenti nella politica italiana. Attraverso il profilo X del Quirinale infatti, la posizione del Capo dello Stato è apparsa evidente: “Il presidente della Repubblica ha fatto presente al ministro dell’Interno, trovandone condivisione, che l’autorevolezza delle forze … Leggi tutto

Il governo Meloni è sempre più lontano dalle posizioni di Mattarella?

Fa ancora discutere l’atteggiamento adottato dalle forze dell’ordine nei confronti degli studenti che stavano partecipando all’ultima manifestazione pro-Palestina a Pisa. Alcuni poliziotti hanno cercato di bloccare la protesta sferrando manganellate ai partecipanti. La Questura ha inviato un’informativa su quanto accaduto, corredata dai filmati girati sul campo dalla polizia scientifica. Gli inquirenti stanno verificato l’operato di … Leggi tutto

Gli Elkann querelano il marchese Antinori, imprenditore del vino e storico amico

La saga della famiglia Agnelli si arricchisce con una querela: quella che i legali di John, Ginevra e Lapo Elkann hanno ricevuto mandato di sporgere nei confronti del marchese Lodovico Antinori, uno dei principali imprenditori italiani del vino e per anni amico della famiglia Agnelli. Antinori diventa così il destinatario di questa azione giudiziaria per quanto ha dichiarato … Leggi tutto

Alexander Lukashenko si ricandiderà alle elezioni presidenziali del 2025

Non solo in Russia si muore in carcere: a pochi giorni dalla morte di Alexei Navalny la stessa sorte è toccata a un dissidente bielorusso, Ihar Lednik, deceduto mentre si trovava in stato di detenzione per accuse di diffamazione in una prigione di Minsk. Senza dubbio non il migliore dei biglietti da visita in vista delle elezioni parlamentari che si sono svolte oggi, domenica … Leggi tutto

La polizia carica contro gli studenti a Pisa e Firenze: le polemiche

Venerdì 23 febbraio, a Pisa e Firenze, la polizia ha caricato in maniera estremamente violenta due cortei pro Palestina a cui stavano partecipando in gran parte studenti minorenni. Le cariche, in cui sono state ferite complessivamente 18 persone, stanno provocando polemiche da parte di vari esponenti dell’opposizione nei confronti del ministero dell’Interno, accusato di non aver fatto … Leggi tutto

Vietare gli smartphone e i tablet nelle scuole è davvero utile?

Valditara invita a un utilizzo più responsabile e limitato dei cellulari mentre si sta in classe. L’utilizzo eccessivo di dispositivi elettronici da parte degli studenti durante le ore di lezione incide negativamente sull’apprendimento e alimenta la tensione tra studenti e docenti. Il Ministro dell’istruzione e del merito spiega che “difendere il corpo docente significa difendere … Leggi tutto

Perché Netanyhau vuole la chiusura dell’Unrwa?

Benyamin Netanyahu continua la sua guerra personale contro Hamas e anche l’Unrwa. Oltre a voler vincere il conflitto, il premier dello Stato d’Israele continua a richiedere anche la chiusura dell’agenzia dell’ONU, indicata come collaborazionista proprio nei confronti di Hamas. Netanyahu contro l’Unrwa: il premier vuole dei “funzionari locali” a Gaza È un passo, a suo … Leggi tutto

Impostazioni privacy