Scuole, alunni in classe senza mascherina. Stop a calcio e basket

Sono le indicazioni che confermerà il Comitato Tecnico Scientifico (Cts), già trapelate nei giorni scorsi, in vista del rientro nelle scuole, previsto dal governo per il 14 settembre

Scuola, 5,6 milioni di studenti tornano a seguire le lezioni in presenza
newsby Gabriele Cavallaro31 Agosto 2020


La riapertura delle scuole è ormai imminente, le lezioni partiranno il 14 settembre. E dopo giorni di intense polemiche, appaiono sempre più chiare le regole che gli esperti hanno deciso di proporre per un rientro in sicurezza. Tra le più significative, quella sulle mascherine. Se gli studenti hanno la possibilità di essere seduti al proprio banco monoposto e di essere distanziati di un metro con gli altri compagni, non servirà indossarle. La regola vale per tutti, dalle elementari alle superiori.

Scuole, le indicazioni sulle attività sportive

Lo anticipa il “Corriere della Sera”, prima che oggi, nel corso di una riunione prevista nel pomeriggio, il Cts, comitato tecnico scientifico, confermerà in sostanza le idee che erano trapelate già nei giorni scorsi, come aveva spiegato anche Agostino Miozzo, coordinatore dello stesso Cts. Tra le altre linee guida, quelle legate all’attività fisica a scuola. Lo sport all’aperto, si potrà svolgere quando possibile. Le ore di educazione fisica si dovranno praticare al chiuso ed in palestra, ma gli esperti spiegano che devono essere garantiti “adeguata areazione e un distanziamento interpersonale di almeno due metri”. Saranno sconsigliati i giochi di squadra e di contatto, come calcio e basket, ma dovranno essere privilegiati invece quelli individuali.

Le mascherine per gli insegnanti

Sempre a proposito di mascherine, il Cts spiega che gli allievi dovranno indossarne una quando entrano ed escono dalle scuole, quando si recano in bagno, nel tragitto dalla classe alla mensa e anche durante l’intervallo. Nel corso delle lezioni, come detto, il distanziamento potrà impedirne l’utilizzo. Per gli insegnanti, il Cts prevede l’uso di mascherine chirurgiche o trasparenti, come quelle per i non udenti, che potranno essere tolte durante le spiegazioni. Fondamentale, anche in questo caso, la distanza che, tra la cattedra ed il primo banco, dovrà essere almeno di due metri.

La possibilità di regole più stringenti

In tutti i casi di eventuale contatto con gli studenti, l’insegnante dovrà utilizzare la mascherina e poi pulire le mani con il disinfettante, che le scuole provvederanno a sistemare in ogni aula. Si tratta comunque, spiega ancora il Cts, di indicazioni valide fino a che la situazione dei contagi non dovesse peggiorare. In quel caso gli esperti potrebbero proporre regole ancora più stringenti.


Tag: CtsScuola