Quanto consuma il nostro albero di Natale | Mano alla bolletta

Quanto consuma l'albero di Natale
Quanto consuma l'albero di Natale -Pixabay
newsby D T25 Novembre 2022


Con il Natale ormai alle porte molti italiani sperano di recuperare la serenità che è mancata negli ultimi anni. I preparativi prevedono anche l’allestimento dell’albero di Natale. Ma come affrontare le spese relative ai consumi dovuti al caro bollette?

La bolletta della luce è sempre più salata. Gli utenti se ne sono accorti, e non solo dopo l’inizio del conflitto in Ucraina, ma molto prima. Con l’impennata dei prezzi dell’energia da più di un anno, per taluni diventa un problema anche affrontare i preparativi del Natale e, in particolare, pensare all’albero di Natale.

Quanto consuma l'albero di Natale
Quanto consuma l’albero di Natale -Pixabay

La preoccupazione maggiore è infatti quella legata ai consumi che potrebbero generarsi.

Quanto potrebbe consumare l’albero di Natale?

Natale è da sempre la festa più amata dai bambini. Non soltanto per i regali, ma anche per luci, colori e canti che invadono le strade di tutte le città. Nelle case di ognuno, poi, a dispetto del freddo esterno, regna un clima di calore che riscalda gli animi. Le famiglie si riuniscono, nonni, figli, nipoti, e ancora le vacanze con le scuole chiuse e tanta gioia e aspettative per l’anno che verrà.  A proposito delle stime sui consumi dell’albero di Natale, sono state prodotte sul tema diverse sperimentazioni. Ma un saggio in merito può essere realizzato da chiunque, anche a casa.

Quanto consuma l'albero di Natale
Quanto consuma l’albero di Natale -Pixabay

Basterà dotarsi di una presa comandata smart. Partiamo però dall’assunto che non sarà possibile stabilire con precisione i consumi dell’albero di Natale; ciò dipende dall’allestimento e da tutte le variabili che esso comporta. Immaginando di utilizzare luci LED, occorrerà interporre una presa comandata Meross tra la presa di corrente di casa e la ciabatta impiegata per collegare i tre fili di LED che allestiscono l’albero. Per quanto concerne il LED, l’esperimento si avvale di un filo da 400 lucine e due da 300. La presa smart consentirà di gestire l’intermittenza delle luci e gli spegnimenti automatici che incideranno sulla riduzione dei consumi.

I risultati fai-da-te

Dall’esperimento si è notato che dal momento che le luci consumano solo quando sono accese per pochi attimi, la potenza energetica sprigionata non è costante. Per cui i consumi sono interrotti. Dalla misurazione del carico assorbito dall’albero, si otterrà in media una oscillazione tra gli 8 e i 35 watt, secondo la combinazione delle intermittenze delle luci.

Un altro esempio potrebbe prendere in considerazione 500 luci LED con 1,5 kilowattora di consumo per 10 ore al giorno per un mese. La spesa complessiva potrebbe essere di 0,61 euro. Se tenute in conto anche altre luci, come quelle per illuminare i balconi, e fino a 1000 unità, il consumo finale non supererà le 9 euro. Molto meno di una tv, figuriamoci se il confronto fosse con degli elettrodomestici come il forno o la lavatrice.