Autore: Davide Di Carlo

Classe 1986, abruzzese cresciuto a Roma, sono assistente universitario e autore di una pubblicazione e di un romanzo. Appassionato di Medio Oriente e politica, seguo i lavori delle istituzioni italiane. Sono laureato in Scienze della Comunicazione, ramo politico-istituzionale, presso l’Università di Roma Tor Vergata. Dal 2017 sono un giornalista pubblicista.

Amnesty International Italia ha presentato oggi il rapporto 2021-2022 sui diritti umani nel mondo. Il saggio è composto da 154 schede di approfondimento su 149 Paesi. “Se nel 2020 eravamo alla ricerca di una soluzione per uscire dalla pandemia, nel 2021 era a portata di mano, ma abbiamo perso l’occasione. Ciò è dovuto dal fatto che i vaccini sono diventati un privilegio per pochi e non per tutti”, ha rimarcato il portavoce di Amnesty Italia, Riccardo Noury. “Quello che è successo nel 2021 ci dice molto sullo stato globale dei diritti umani. I governanti disprezzano la dichiarazione universale del 1948”,…

Read More

“Sono stato in carcere 915 giorni senza accuse formali e un processo, ufficialmente per interrogarmi. Un interrogatorio che è durato 45 minuti nel corso del quale mi hanno chiesto solo quale fosse la mia opinione politica. Sono stato colpevolizzato di un cocktail di accuse lanciate contro chi difende i diritti umani e gli egiziani normali, solo per evitare che esprimano la loro opinione”. Così l’attivista politico egiziano-palestinese ed ex detenuto del carcere di Tora, in Egitto, Ramy Shaath. “La pandemia non è stata gestita. L’unica misura presa è stata quella di non far venire le nostre famiglie a trovarci per…

Read More

L’intervento del presidente ucraino, Volodymyr Zelensky, in videocollegamento a Montecitorio, è stato accolto da un’ovazione dei deputati e senatori in Aula e dai ringraziamenti dei presidenti della Camera, Roberto Fico, e del Senato, Maria Elisabetta Alberti Casellati. Le sue parole sono state apprezzate da tutti gli schieramenti politici, a prescindere dall’appartenenza e dalle ideologie. Il primo a commentarle è stato il leader della Lega, Matteo Salvini, mentre lasciava Montecitorio: “Ho apprezzato le parole di pace del presidente ucraino, speriamo vengano accolte. Quando si parla di armi, io non posso essere felice. Se a missile si risponde con missile, la pace…

Read More

In seguito all’intervento alla Camera di Volodymyr Zelensky, il presidente ucraino, Matteo Renzi, il leader di Italia Viva ha rilasciato alcune dichiarazioni alla stampa. “Mentre diciamo con forza ai diplomatici russi che attaccano Guerini che siamo dalla parte del ministro, diciamo anche con chiarezza che sul tema del Covid da troppo tempo ci sono pagine grigie e per questo penso che sarebbe utile una commissione d’inchiesta. Questa è una cosa che va oltre. Il gruppo di Italia Viva ha preparato un’interrogazione parlamentare che presenteremo al Senato”. Ucraina, Renzi: “Europa acquisisca ruolo diplomatico. Merkel e Prodi ottimi per dialogo” Renzi ha…

Read More

Al termine dell’evento sulla transizione energetica organizzato dal Movimento 5 Stelle, l’ex premier Giuseppe Conte ha risposto alle domande dei giornalisti. “Stamattina abbiamo incontrato tutte le categorie produttive del Paese. Gli imprenditori ci hanno illustrato la situazione drammatica che il paese sta vivendo. Stiamo rischiando il collasso del sistema produttivo e anche le famiglie sono in grande sofferenza. Tanti comparti sono in difficoltà e non possono andare avanti se continua così. Per questo da settimane stiamo chiedendo al governo un intervento tempestivo, radicale e coraggioso, che offra chiarezza di visione e anche lungimiranza. Non diciamo sciocchezze, non stiamo imponendo nessuna…

Read More

Nel corso di un punto stampa fuori da Montecitorio, il presidente della Camera, Roberto Fico, ha parlato dell’intervento del presidente ucraino Volodymyr Zelensky in Aula. “Quando avrò la data ve la comunicherò – ha detto -. È confermato il lavoro, ma non è una cosa immediata. Appena l’ambasciata lo riterrà opportuno ve lo dirò”. “Io nella giornata di ieri ho fatto chiamare i presidenti dei gruppi parlamentari per non far partire i deputati in Ucraina. Quindi, da presidente lo sconsiglio, poi è la buona volontà di ognuno -– ha aggiunto -. L’Italia sta dando una prova di accoglienza straordinaria. Il Coni…

Read More

Dopo l’incontro con il sindaco di Przemysl, non andato come previsto, Matteo Salvini, il leader della Lega, sta cercando di concentrarsi sui lati positivi del suo viaggio in Polonia. “Oggi si parla di donne dimenticate in Afghanistan e di quelle che scappano dall’Ucraina. Colgo l’occasione per dire che in queste ore sta arrivando un pullman che mi ripaga da polemiche inutili e sciocche. Oggi ho incontrato il ministro degli Esteri e l’ambasciatore Afghano che hanno sottolineato come le donne sono costrette a vivere in spazi segregati. Nel 2022 non penso che sia questa l’idea di civiltà libera”. Salvini ha parlato…

Read More

Uomini e donne provenienti da tutta Italia, gestori delle concessioni balneari di tutto il Paese. Sono le persone che questa mattina in piazza Santi Apostoli a Roma si sono riunite per protestare contro il bando di assegnazione che potrebbe far vincere le grandi multinazionali. “Oggi siamo qui per chiedere una modifica della scelta da parte del Governo. Il rischio è che i nostri investimenti vadano perduti e che i nostri stabilimenti vengano presi dalla mafia”, sottolineano i manifestanti. La rabbia rivolta a tutta la classe politica, colpevole di non aver fatto nulla negli anni. “Se vogliono fare il bando, allora ci garantiscano…

Read More

Il leader della Lega, Matteo Salvini, è stato contestato al suo arrivo alla stazione di Przemysl, una cittadina a una decina di chilometri dal confine con l’Ucraina. Il sindaco della città, Wojciech Bakun, ha prima ringraziato l’Italia e poi ha mostrato una maglietta con il volto di Putin e, rivolgendosi a Salvini, ha detto: “Io non la ricevo, venga con me al confine a condannarlo”. Sulla missione dell’ex ministro degli Interni nell’Est Europa è intervenuta anche la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni, che in occasione dell’inaugurazione della mostra multimediale ‘Patriote d’Italia’, allestita nella sede di FdI a Roma, ha…

Read More

Si sono radunati sotto un unico slogan: “No alla guerra, sì alla pace”, i giovanissimi delle scuole medie romane. La manifestazione, organizzata dai ragazzi della Comunità Sant’Egidio a difesa dell’Ucraina, si è tenuta all’ombra della statua del Marco Aurelio in Campidoglio. Musiche dei Black Eyed Peas e balli, ma anche tante testimonianze e cartelli, hanno accompagnato i ragazzi e le ragazze che hanno partecipato. La manifestazione si è conclusa con un flash mob che ha visto srotolare una grande bandiera della Pace sulla scalinata che porta sulla piazza. Ucraina, Alessandro e Francesco: “La Pace è la parte migliore della nostra…

Read More