Autore: Lorenzo Grossi

Classe '89, appassionato sin da piccolo di sport e scrittura. Già da "pischello" scrivevo come collaboratore per alcune testate giornalistiche a cui ho man mano affiancato radio, agenzie di stampa, tv e quotidiani cartacei. Ora è il momento di newsby! Nel carnet anche una breve ma intensa carriera di direttore di gara di calcio a 11.

Sorpresa non da poco negli ultimi sondaggi settimanali riportati, come da consuetudine, dal TgLa7: Gianluigi Paragone effettua il sorpasso nei confronti di Matteo Renzi. (2,6% contro 2,5%). La sua lista, Italexit, supera infatti Italia Viva e si avvicina sensibilmente al quel 3% utile per potere entrare in Parlamento. Tra le formazioni “minori”, Italexit sembrerebbe essere proprio quella più in forma. Del resto Paragone, cavalcando l’onda dell’euroscetticismo e del malcontento di una parte della popolazione verso le misure restrittive anti Covid decise dal governo, potrebbe avere una prateria davanti a sé. Per l’ex pentastellato la soglia di sbarramento, di conseguenza, non…

Read More

27 maggio 2012, San Pietroburgo. Dalla finestra del suo ufficio appare un certo Pavel Durov, un bizzarro oligarca di seconda fila. 28 anni non ancora compiuti, è il fondatore e presidente di VKontakte, il maggior social network russo. Succede che in quella giornata si celebri la Festa della città di San Pietroburgo, fondata nel 1703 da Pietro il Grande. Dal sesto piano del palazzo, Durov si diverte a lanciare degli aeroplanini di carta con attaccate banconote da 5.000 rubli (che all’epoca valevano circa 200 euro) e a filmare la reazione della gente, che naturalmente si azzuffa. Un giochetto che Durov…

Read More

Il rapporto tra le armi e gli americani, a guardarlo da fuori, risulta incomprensibile. A maggior ragione dopo la strage nella scuola in Texas. Si stima che nel 2020, l’anno della pandemia, ci siano state 578 vittime di stragi di massa. Allora la domanda sorge spontanea: perché nessuno fa nulla per diminuire questi numeri? Perché è così facile comprare le armi negli Stati Uniti? Come fanno gli americani a comprare le armi negli Usa? Essendo una Repubblica Federale, negli Usa i 50 Stati mantengono in parte la propria sovranità, e quindi in materia di armi non esistono regole che uniformino…

Read More

Due meloni giapponesi premium sono stati venduti all’asta per 3 milioni di yen: ovvero oltre 22.000 euro. Un prezzo superiore del 10% rispetto a quello dell’anno scorso. Si potrebbe dire che questo potrebbe essere l’indicatore più improbabile di una ripresa economica post Covid. Nello specifico, si tratta di due meloni “Yubari”, ceduti lo scorso 22 maggio nelle aste di Sapporo sull’isola di Hokkaido, nel nord del Giappone. Per una cifra record. In base alle stime del consorzio locale nella cittadina di Yubari, famosa per i frutti più succosi della regione, i quasi 100 agricoltori della zona produrranno circa 3.438 tonnellate…

Read More

Gli ultimi tre giorni sono stati di puro godimento per i moltissimi tifosi del Milan in occasione della festa scudetto. Un bagno di folla ha accompagnato i rossoneri dalle ore 19.57 di domenica 22 maggio al Mapei Stadium di Reggio Emilia, dopo il netto 3-0 contro il Sassuolo all’ultima giornata di campionato di calcio, fino al “rompete le righe” dei giocatori a Milanello. Festeggiamenti pazzeschi e meritati hanno caratterizzato soprattutto la serata di lunedì 23 a Milano. Con i due pullman scoperti da Casa Milan a Piazza Duomo. Eppure, da domenica pomeriggio non tutto è proceduto come sarebbe dovuto. Seppur…

Read More

In tre mesi di guerra la Russia ha occupato in circa il 20% del territorio dell’Ucraina: pari a 125 mila chilometri quadrati. Il 23 febbraio, giorno prima dell’invasione, il territorio occupato era di 43.300 metri quadrati. Quello in mano a Putin è quindi ora praticamente triplicato. Nonostante Mosca abbia rallentato in più occasioni l’avanzata per tentare di recuperare le forze, Kiev è ora in difficoltà: ha esigenze immediate e di lunga scadenza. Per questo sul terreno, secondo Forbes, c’è stata una crescita evidente di conquiste da parte del Cremlino. “Gli ucraini stanno facendo un lavoro fantastico ma la situazione nel…

Read More

Il vaccino per il vaiolo delle scimmie arriverà in Francia. L’Autorità nazionale per la salute (Has) ha annunciato una strategia di vaccinazione contro il virus dopo che tre casi di infezione sono stati rilevati nel Paese. Il programma di immunizzazione è rivolto agli adulti a rischio di esposizione al virus del ‘monkeypox’, compresi gli operatori sanitari. Francia, a chi è rivolto il vaccino contro il vaiolo delle scimmie e come va somministrato Si raccomanda di somministrare solo il vaccino di terza generazione, nei 4 giorni successivi al contatto a rischio, fino a un massimo di 14 giorni. Lo schema vaccinale…

Read More

Chi possiede uno smartphone sa perfettamente che uno dei problemi più grandi è quello della compatibilità con le applicazioni più utilizzate dagli utenti. Soprattutto per quei cellulari considerati dai produttori come ormai obsoleti. Da questo punto di vista, ovviamente, non fa eccezione WhatsApp. Proprio in queste ore, infatti, la piattaforma di messaggistica istantanea ha deciso di tagliare diversi iPhone perché non più compatibili con gli standard della piattaforma e conseguentemente non in linea con i requisiti minimi di supporto previsti dalla stessa applicazione. La data di ‘spegnimento’ di WhatsApp per diversi smartphone La notizia arriva come sempre dal “solito” WABetaInfo.…

Read More

La situazione internazionale rischia di farsi seriamente rovente anche sul fronte di Taiwan. Le parole che sono state pronunciate dal presidente degli Usa, Joe Biden, potrebbero segnare i rapporti, già piuttosto tesi da quando è scoppiata la guerra in Ucraina, tra gli Stati Uniti e la Cina. Nel corso del suo viaggio nell’Est-asiatico, infatti, Biden ha risposto alla domanda di un giornalista. Ha così affermato che sarebbe pronto “a un coinvolgimento militare diretto per difendere Taiwan, se la situazione lo richiedesse”. Il riferimento è a una possibile invasione da parte della Cina. Con il presidente degli Stati Uniti che ha…

Read More

La fornitura di gas naturale da parte della Russia alla Finlandia è stata interrotta. Lo ha reso noto la compagnia energetica statale finlandese Gasum. Questo è avvenuto dopo che il Paese nordico si è rifiutato di pagare il fornitore Gazprom in rubli. Il gas, ha precisato Gasum, sarà ora fornito da altre fonti attraverso il gasdotto Balticconnector, che collega la Finlandia all’Estonia. “Ci siamo preparati con cura a questa situazione. Saremo in grado di fornire gas a tutti i nostri clienti nei prossimi mesi”, ha assicurato il ceo di Gasum, Mika Wiljanen, definendo la decisione “deplorevole”. Intanto il governo di…

Read More