Michael Schumacher, il messaggio è commovente: lacrime per tutti

Michael Schumacher primo messaggio
Michael Schumacher, il primo messaggio per i tifosi (ANSA)
newsby Federico Danesi30 Novembre 2022


Michael Schumacher, il messaggio è commovente: lacrime per tutti i tifosi dell’ex campionissimo di Formula 1. 

Il 29 dicembre saranno passati nove anni dal giorno che ha cambiato per sempre la vita di Michael Schumacher e della sua famiglia. Erano in vacanza a Méribel, anche se i loro programmi erano quelli di partire prima, e quella caduta sugli sci ha spalancato le porte all’incubo.

Michael Schumacher primo messaggio
Michael Schumacher, il primo messaggio per i tifosi (ANSA)

Da allora c’è stato il lungo ricovero prima in Francia e poi in Svizzera, prima per monitorare al situazione e poi per cercare un rimedio ad un problema decisamente complesso. Da allora il campione tedesco ha vissuto a lungo nella sua villa in Svizzera, pochi mesi fa si è trasferito in un’altra casa in Spagna e la vita va avanti anche se profondamente diversa.

Lui non può vedere nessuno, se non medici, personale che lo assiste e i familiari stretti. Poi qualche amico, come Jean Todt che è sempre rimasto al suo fianco, e Luca Badoer che all’epoca era il terzo pilota Ferrari e ha stretto un rapporto profondissimo con Schumi, Tutto il resto del mondo sta fuori, ma nelle ultime ore è arrivato un messaggio a sorpresa.

Michael Schumacher, il primo messaggio per i tifosi: una sorpresa apprezzata da tutti

Sull’account Twitter ufficiale di Michael Schumacher infatti è apparso un tweet che ha emozionato migliaia di fan. Arriva direttamente dal team ufficiale che gestisce la sua comunicazione e l’occasione è quella di una celebrazione importante.

Il 25 novembre 2012 infatti Schumi disputava la sua ultima gara in Formula 1, al volante di una Mercedes, prima del ritiro definitivo. Sembra ieri, è passato tanto, oggi il campione ha 53 anni e finalmente torna a parlare ai fan anche se solo attraverso i social.

Il post riporta quello che Michael aveva detto nel giorno dell’addio al suoi mondo: “La vita è fatta di passioni. Grazie per aver condiviso la mia”, è scritto nel tweet. E poi ci sono due hashtag che dimostrano la sua voglia di combattere, #TeamMichael #KeepFighting. I fan hanno risposto in massa al tweet, perché quello è anche l’unico modo che hanno per stare in contatto con lui.

Michael Schumacher, il primo messaggio per i tifosi: le parole di Stefano Domenicali e Jean Todt per ricordarlo a tutti i tifosi

A ricordare Schumi ci sono sempre le parole di chi lo ha conosciuto bene. Come Stefano Domenicali che da due anni è CEO della società che organizza il Mondiale di Formula 1 ma alla fine del 1996 era diventato Team Manager della Ferrari. Poi dal 2002 fino al 2007 è stato Direttore Sportivo e dal 1º gennaio 2008 è stato promosso come Team Principal andando a sostituire Jean Todt e per questo buona parte della sua carriera è stata al fianco del Kaiser.

Ricevendo il Collare d’Oro al merito sportivo del Coni lo ha ricordato così: “Michael è sempre presente. Un ragazzo straordinario che sta vivendo una vita molto particolare e che è giusto rispettare. Un pilota e un campione del mondo che ha lasciato il segno. A livello personale e professionale per me rimane unico”.

E poi c’è Jean Todt che nell’ultima intervista al quotidiano tedesco ‘Bild’ ha spiegato che “i fan dovrebbero sapere che comunque è nelle migliori mani possibili, nella migliore situazione in cui può essere ed è circondato da persone che lo amano”.

Schumacher Ferrari
Schumacher con Ross Brawn e Jean Todt dopo il settimo Mondiale (ANSA)

Lui continuerà a stargli al fianco fino a quando sarà possibile: “A volte ci vediamo tre volte a settimana, a volte passa un mese intero. Ma sono miei amici e siamo in costante contatto. Qualunque cosa io possa fare per la famiglia Schumacher, la farò sempre. Non lo lascio solo”.