Franco Nero, età, carriera, film, Vanessa Redgrave, figli: chi è l’attore

Franco Nero può vantare una carriera lunga mezzo secolo, che lo ha portato a guadagnarsi il soprannome di "Clint Eastwood italiano"

Franco Nero Rai
Foto | Rai
newsby Ilaria Macchi2 Giugno 2022


Una carriera ricca di successi, che gli ha permesso di recitare in più di 150 film, a cui si aggiungono circa 50 lavori per la Tv e una decina di cortometraggi. Questo è Franco Nero, che può vantare un lungo sodalizio con Sergio Corbucci, che ha spesso voluto contare su di lui in molte delle sue opere. Emblematica una delle frasi pronunciate dal regista nei suoi confronti: “Ford aveva John Wayne, Leone aveva Clint Eastwood, io ho Franco Nero”.

Nonostante il successo, lui non si è mai accontentato e ha cercato spesso di mettere in mostra la sua versatilità. Nel suo curriculum ci sono così anche alcune esperienze da regista e una da doppiatore.

Franco Nero: età e carriera

Francesco Clemente Giuseppe Sparanero (questo il nome all’anagrafe di Franco Nero) è nato a Parma il 23 novembre 1941 e può essere considerato uno degli interpreti italiani più amati anche all’estero. La passione per la recitazione è nata prestissimo in lui e lo ha spinto ad abbandonare gli studi per dedicarsi a questo. Quella scelta, che all’epoca poteva sembrare avventata, si è poi rivelata corretta.

I primi ruoli sono arrivati quando aveva solo vent’anni, complici anche la sua bellezza e la sua prestanza fisica, ma l’anno che segna la svolta nella sua carriera è certamente il 1966, periodo in cui è protagonista di uno dei suoi film oiù noti “Django”, dove è diretto da Sergio Corbucci. La pellicola è considerata ancora oggi una vera pietra miliare del western all’italiana. Non è un caso che Quentin Tarantino lo abbia poi voluto recentemente per la sua nuova versione, dal titolo “Django Unchained”.

La popolarità, anche oltre i nostri confini, è però arrivata grazie a un vero e proprio kolossal, “La Bibbia”, dove vestiva i panni di Abele. E’ nel 1968 che arriva però la sua consacrazione nel fil “Un tranquillo posto di campagna”, al fianco di quella che è ancora oggi l’amore della sua vita Vanessa Redgrave. I due si erano però conosciuti in “Camelot”, dove lui era Lancillotto, mentre lei Ginevra.

Diversi anche i gialli di cui è stato protagonista, quali “Il giorno della civetta”, “Il delitto Matteotti” e “Marcia Trionfale”. Tra le sue opere più importanti degli anni ’80 e ’90 possiamo invece ricordare “Querelle de Brest”, “Il giovane Toscanini” di Franco Zeffirelli, “Fratelli e sorelle” di Pupi Avati e “Jonathan degli Orsi”, di cui era anche sceneggiatore e produttore.

Il grande amore per Vanessa Redgrave

L’attore è sposato con la collega Vanessa Redgrave, che ha conosciuto sul set di “Camelot” ormai più di 50 anni fa. Almeno per lui, però, non c’è stato alcun colpo di fulmine: lei, infatti, era sposata con il regista Tony Richardson.

Lei, però, si è comunque fatta avanti e lo ha invitato a cena, dando inizio a una storia d’amore fortissima, ma che ha avuto anche diversi alti e bassi. I due hanno avuto un figlio, Carlo Gabriel, nato nel 1969. Nero ha avuto anche un altro figlio, Franquito, frutto della storia con Mauricia Mena, conosciuta sul set. La Redgrave, invece, è mamma anche di due figlie, Natasha, scomparsa da poco e Joely, nate da un precedente matrimonio.

Il legame tra Franco e Vanessa in un primo momento ha avuto una breve durata. Nel 2000 i due si sono ritrovati, fino ad arrivare al matrimonio nel 2006, diventato pubblico solo tre anni dopo.

 


Tag: Franco NeroVanessa Redgrave