A Firenze inaugurata la sede della Lega, Salvini: “Siamo il futuro”

Il segretario della Lega Matteo Salvini è arrivato in Toscana per inaugurare la nuova sede alle porte di Firenze: "Questa sede sarà punto di ascolto e assistenza per tutti i fiorentini". Non sono mancate le contestazioni al suo arrivo

newsby Emanuele De Lucia24 Dicembre 2021



Nella mattina della vigilia di Natale il leader della Lega Matteo Salvini ha inaugurato la nuova sede del partito alla periferia di Firenze. “Firenze è il cuore non solo della Toscana, ma è una delle città più straordinarie, ricche non solo di passato, ma anche di futuro. Ci sono legato per mille motiviha affermato Salvini.

Questa sede sarà un punto di ascolto, non una sede di partito alla vecchia maniera, sarà uno sportello di assistenza per tutti i fiorentini con consulenza per il lavoro, le pensioni, sulle tasse, sulla disabilità. Che il 2022 porti la presenza, conto di tornare spesso in questa città” ha sottolineato.

Firenze, contestazione all’arrivo di Salvini: “Via i fascisti dalla città”


In occasione dell’inaugurazione della sede della Lega a Firenze e l’arrivo del segretario nazionale Matteo Salvini, diversi esponenti della sinistra radicale si sono radunati per contestarne la presenza. La polizia ha creato un cordone per non far passare i manifestanti che hanno urlato “Non vogliamo fascisti nel nostro quartiere e nella nostra città“.

Bilancio: “Ci sono 8 miliardi di tagli di tasse grazie anche a noi”


A Firenze, Matteo Salvini ha parlato anche della legge di bilancio, appena approvata: “A proposito della manovra sono contento perché anche grazie alle insistenze della Lega, ci sono 8 miliardi di tagli di tasse per tutti i lavoratori e le lavoratrici, dipendenti, pubblici, autonomi e partite Iva” ha dichiarato.

Ci sarà un risparmio tra i 100 e i 1000 euro. L’impegno che ha preso con me il presidente Draghi è quello delle bollette, luce e gas rischiano di diventare un’emergenza nazionale anche più del Covid perché rischiamo un inverno lungo, freddo e buio. Sto chiamando gli amministratori delegati delle varie società. Luce e gas devono essere in cima all’agenda politica“.

Tamponi, Salvini: “È un po’ strano obbligare anche dopo la terza dose di vaccino”


Matteo Salvini ha parlato anche di vaccini e green pass, all’indomani della stretta del Cdm in vista delle festività natalizie: “Io sono per la libertà di scelta, per l’informazione, per la consapevolezza e contro gli obblighi. Sul Covid gli italiani hanno dimostrato enorme responsabilità nel rispetto delle regole” ha dichiarato il segretario della Lega.

Però vedere le file di centinaia di metri fuori alle farmacie spendendo centinaia di euro per un tampone, quando tanti si sono fatti la prima, la seconda e la terza dose. Al presidente Draghi abbiamo chiesto equilibrio e buon senso. Anche chiedere il tampone obbligatorio a chi si è vaccinato, è un po’ strano“.

Quirinale, Salvini: “Sarà un Capo di Stato non necessariamente di sinistra”


Immancabile poi, un commento sulla futura nomina del presidente della Repubblica, prevista per gennaio.

Sulla scelta del presidente della Repubblica, il centrodestra sarà compatto. Ci siamo visti per la riunione di ieri per gli auguri di Natale” ha affermato Salvini.

Dei nomi parleremo a gennaio. Adesso siamo alla Vigilia del Santo Natale. Lascio che i bimbi aspettino Gesù bambino e poi più laicamente con l’anno nuovo vedremo di portare in dono agli italiani in poco tempo un presidente della Repubblica che garantisca tutti e non necessariamente di sinistra, come è accaduto negli ultimi decenni“.

“Siamo arrivati a 70 mila sbarchi clandestini, è assurdo”


Il leader della Lega Matteo Salvini ha poi  virato il discorso sul tema dell’immigrazione.

Siamo in terra di radici cristiane, piaccia o meno” ha dichiarato.

L’Europa può accogliere, integrare, ma senza cancellare la sua identità. Sento anche politici italiani parlare di festa dell’inverno, della neve. No, io dico ‘buon Santo Natale’. Poi arriviamo a quota 70 mila sbarchi clandestini. Stamattina ne sono arrivati 120 su un veliero a Santa Maria di Leuca, assurdo. In periodo di Covid e Green Pass, vediamo tutti questi sbarchi e non è rispettoso nei confronti degli italiani che stanno facendo tanti sacrifici” ha sottolineato.

Monte dei Paschi, Salvini: “Diventi banca delle piccole e medie imprese”


Matteo Salvini a Firenze ha parlato anche di Monte dei Paschi di Siena e del suo futuro: “Ribadiamo che è un marchio storico, la banca più antica del mondo, vanno difesi sportelli e lavoratori. Bisogna far sì che diventi la banca delle piccole e medie imprese, rimanendo italiana. È il progetto che la Lega sta portando avanti. Abbiamo sventato ipotesi di svendite e regalo miliardario ad altri soggetti” ha concluso.

“Soggetti come Amazon devono pagare le tasse come tutti”


Matteo Salvini a Firenze si è soffermato anche sulla legge sulle delocalizzazioni e il futuro di aziende come Gkn di Campi Bisenzio. “C’è in lavorazione una legge contro le delocalizzazioni selvagge” ha specificato Salvini.

Io ho portato in legge di bilancio la mia prima firma sulle multinazionali del web perché i soggetti come Amazon paghino tutte le tasse come gli altri e l’Iva sui prodotti che vendono. Altrimenti la concorrenza è sleale nei confronti dei commercianti, artigiani, imprenditori italiani. Gente che fattura in Italia, vende qui e paga all’estero non va bene. Il licenziamento via mail non è il futuro che vogliamo lasciare ai nostri figli” ha concluso il leader della Lega.

 


Tag: FirenzeLegamanovraMatteo SalviniQuirinaletamponi