Conti correnti, forti rincari da questo mese: di quanto aumentano le spese di gestione

Conti correnti, forti rincari da questo mese: di quanto aumentano le spese di gestione
Aumentano i costi per i conti correnti. Ecco a quanto ammontano e a che cosa è dovuto questo forte rincaro, Newsby
newsby Gianluca Merla24 Gennaio 2023


Aumentano i costi di gestione: attesi forti rincari per i conti correnti da questo mese. Ecco di quanto aumentano le spese

Non solo carburanti, energia e prodotti di prima necessità, ora gli italiani devono affrontare nuove spese e aumenti che iniziano a preoccupare davvero e mettere in pericolo la salute dell’economia di moltissime famiglie.

Conti correnti, forti rincari da questo mese: di quanto aumentano le spese di gestione
Aumentano i costi per i conti correnti. Ecco a quanto ammontano e a che cosa è dovuto questo forte rincaro, Newsby

Da mesi ormai, infatti, in tutta Europa si è alle prese con una fortissima crisi economic24a che non sembra lasciare scampo a milioni di persone e imprese. A trainare il caro vita ci pensa il carburante, l’energia e le materie prime, ma adesso l’inflazione si spinge oltre aumentando i costi anche in un altro aspetto della nostra vita quotidiana. Sono infatti previsti forti rincari da questo mese per quanto riguarda i conti correnti nelle nostre banche. Ecco di quanto aumentano le spese di gestione.

Rincari dei conti correnti: aumentano le spese di gestione

Il 2023 sembra essere iniziato sulla stessa lunghezza d’onda del 2022. La crisi economica non sembra affatto rallentare e, anzi, il caro vita appare sempre più diffuso in moltissimi dei settori economici del nostro Paese. A quanto pare, infatti, si stanno registrando forti rincari dei conti correnti e, secondo gli analisti, è necessario prepararsi ad un aumento delle spese di gestione. Ma ecco di quanto stanno aumentando i costi nelle nostre banche e se dobbiamo preoccuparci.

Il nuovo anno ha fatto registrare un sensibile aumento dei costi di gestione dei conti correnti. Questi hanno interessato in maniera significativa sia i depositi tradizionali (che hanno visto un aumento di 132€) che quelli online (90€ in più). Il maggio aumento in termini di costi è stato fatto registrare dal canone annuo, oltre alle commissioni presso lo sportello Atm. Si tratta dell’ennesima conseguenza legata all’inflazione che sta coinvolgendo purtroppo anche i servizi finanziari. Secondo gli esperti, infatti, i conti correnti sono quelli che hanno fatto registrare un maggior aumento dei costi, diventando un’altra causa di preoccupazione per i consumatori.

Conti correnti, forti rincari da questo mese: di quanto aumentano le spese di gestione
Nuovi rincari per i conti correnti. Ecco perché, Newsby

Una ricerca condotta dall’Osservatorio SOStariffe.it, insieme a ConfrontaConti.it, ha infatti evidenziato quella che è la situazione finanziaria durante l’ultimo anno. Tra febbraio 2022 e lo stesso mese del 2023 i costi medi di un conto corrente tradizionale ammontano a 132€ per ogni deposito, mentre quelli riferiti ad un conto online sono di 90€. Si registra, infatti, un aumento del 7% per quanto riguarda le spese dei conti correnti, mentre è del 26% quello online.

Quale conviene

Nonostante abbia fatto registrare un rincaro maggiore, a convenire ancora una volta è il conto corrente online. Questo, infatti, offre un risparmio di circa 129€ rispetto ad un conto corrente tradizionale, il quale costa molto di più. Il cittadino che utilizza un conto classico dovrà affrontare una spesa di circa 193€ l’anno.

Ma a cosa si devono questi aumenti? Le cause sono molteplici e tra queste vis sono l’aumento dei costi digestione del conto corrente, oltre al rincaro dei costi di commissione allo sportello. Le banche hanno infatti dichiarato che l’assistenza diretta rappresenta un costo elevato.