Cambia il prezzo delle sigarette | Ecco quanto aumenteranno

Aumenta il costo delle sigarette
Aumenta il costo delle sigarette -Pixabay
newsby D T8 Dicembre 2022


Cattive notizie per i fumatori. Il prezzo delle sigarette aumenterà, sia nella componente fissa che in quella delle accise. La variazione è prevista a partire dal 1° gennaio.

A partire dal nuovo anno il prezzo delle sigarette sarà ritoccato al rialzo. Ciò è quanto stabilito nella manovra della Legge di Bilancio dell’esecutivo Meloni. Dunque la direzione è quella dell’aumento delle accise sui tabacchi lavorati.

Aumenta il costo delle sigarette
Aumenta il costo delle sigarette -Pixabay

Non tutte le tipologie di tabacco subiranno lo stesso incremento, che inoltre sarà predisposto in maniera graduale nell’arco di tre anni. Pertanto non solo nel 2023, ma anche nel 2024 e nel 2025 sono attese variazioni di prezzo destinate a incidere sulle tasche degli italiani.

Sigarette: in cosa consisteranno gli aumenti

Il prezzo delle sigarette sarà ritoccato sia nella componente fissa che in quella variabile legata alle accise. Per quanto concerne la parte fissa, stando a quanto diffuso da Sole24Ore, risulterebbe la più bassa applicata nei Paesi dell’UE. Unitamente a questa quota cambierà anche quella dell’onere fiscale. Le cifre interessate fanno riferimento all’importo “specifico fisso per unità di prodotto”.

In altre parole, nel 2023, mille sigarette costeranno 36 euro. L’andamento del prezzo vedrà una maggiorazione di 50 centesimi nel 2024 e di ulteriori 50 centesimi nel 2025. In tre anni si passerà dunque da 36 euro a 37. Ciò è strettamente connesso “all’applicazione dell’aliquota di base, di cui alla voce ‘Tabacchi lavorati al prezzo di vendita al pubblico’”. ma non solo, un consistente aumento del 40% sarà registrato per le accise.

In quanto consisteranno gli aumenti

I fumatori dovranno mettersi il cuore in pace e rassegnarsi. Nel 2023 ogni pacchetto di sigarette subirà un incremento di 20 centesimi di euro. Nei due anni successivi di altri 10 e 15 centesimi. Le variazioni di tassazione non saranno omogenee, distinguendosi a seconda che si tratti di sigari, sigarette, e ancora tabacco trinciato, tabacco da pipa, da fiuto o da inalazione senza combustione. Ragion per cui il prezzo al pubblico sarà differente secondo il prodotto acquistato. Nonostante attualmente sia in carica il Governo Meloni, in realtà l’intenzione di aumentare il prezzo sui tabacchi era stata decisa dall’esecutivo Draghi e inserita nella Legge di Bilancio 2021.

Aumenta il costo delle sigarette
Aumenta il costo delle sigarette – Pixabay

L’incremento delle accise dal 2022 è stata fissata al 35% e dal primo gennaio salirà ulteriormente. Un altro aspetto è poi quello relativo alle sigarette elettroniche. Per questioni di salute molti consumatorii hanno deciso di virare sull’uso di questi prodotti. E’ notizia delle scorse ore che anche le sigarette elettroniche saranno toccate dagli aumenti. In particolare del 15% per i prodotti con nicotina e del 10% per quelli senza. Sicché la maggiorazione sarà di 13 centesimi per le fiale con nicotina e di 8 centesimi per ml per quelle prive di nicotina. Chissà che a questo punto non convenga davvero smettere di fumare…