Autore: Luca Servadei

Nato a Bergamo, classe 1990. Cresciuto a pane e sport, ho avuto la fortuna di fare della mia passione una professione. Coordino team editoriali per forniture in outsourcing per grandi editori nazionali su temi di stretta attualità. Sono convinto che "fare il giornalista sia sempre meglio che lavorare".

Un tonfo di questa portata non se lo sarebbe aspettato davvero nessuno. La prima vera crisi di Netflix dal 2011 è stata decisamente più pesante di quanto fosse anche solo lontanamente prevedibile. Il calo di 200mila abbonamenti registrato nel primo trimestre del 2022, infatti, ha fatto letteralmente crollare il titolo a Wall Street. Se nelle trattative afterhours il colosso dello streaming aveva perso il 25%, in quelle ufficiali ha ceduto addirittura il 35,12% a 226,19 dollari, con la capitalizzazione scesa sotto i 100 miliardi. A preoccupare gli investitori, ancora più del primo vero calo nel numero di utenti abbonati al…

Read More

Bridgerton? Èlite? Pretty Little Liars? No, grazie! Le avvisaglie che qualcosa stesse per cambiare le avevamo già avute nelle scorse settimane. Ora, che il trend sia inesorabilmente in discesa è ufficiale: nel primo trimestre del 2022 Netflix ha perso 200.000 abbonati. Un vero e proprio unicum per il colosso dell’intrattenimento in streaming che, per la prima volta in dieci anni, ha registrato il segno “-” alla voce abbonamenti. Netflix perde abbonati e il titolo crolla in Borsa Si tratta di un dato che sorprende gli analisti e delude quelle che erano le attese di crescita all’inizio del nuovo anno. Ma…

Read More

Il Festival di Sanremo si sente male. Lo diciamo così, senza troppi giri di parole, forte e chiaro (almeno questo), perché, anche quest’anno, pare un giudizio incontrovertibile. Sarà capitato a tutti, dopo un’esibizione, di guardarsi in faccia e dire: “Ma la musica non era troppo alta?” oppure: “Tutto molto bello, ma io non ci ho capito una parola”. E non dipende solo e soltanto da questa tendenza imperante tra gli artisti “gggiovani” che cantano come se avessero dei sassi in bocca, trascinando vocali e consonanti e infarcendo i propri brani con assoli di autotune. Il motivo potrebbe essere più profondo,…

Read More

L’aumento dei contagi da Covid-19, causato dal diffondersi della variante Omicron, ha moltiplicato esponenzialmente la richiesta di tamponi (antigenici o molecolari). Chiunque, a cavallo delle festività, si sia trovato nella condizione di doversi sottoporre a un test per accertare la negatività o la positività al virus ha ben chiare le difficoltà nel riuscire a effettuare il tampone. Proprio qui sulle pagine di Newsby abbiamo documentato più volte le lunghe file chilometriche che, in tutta Italia, si sono registrate fuori dalle farmacie, con situazioni che, a volte, hanno rischiato di sfociare in atti di violenza. Tamponi, nuova task force in Lombardia…

Read More

Undici mesi in naftalina, come quel vecchio cappotto da indossare solo nelle occasioni speciali, per poi, all’improvviso, furoreggiare ovunque: in radio, in televisione, in metropolitana, in coda fuori dal fruttivendolo per comprare mezzo chilo di fichi secchi. E’ questo il destino di Michael Bublé: “la sintesi del Natale, l’apoteosi della festività”, per dirla alla Diego Abatantuono. Per i più, il passaggio da “Mama Tetema” di Maluma, ballato in spiaggia con un cocktail in mano, alle prime note di “It’s Beginning To Look A Lot Like Christmas” è repentino e, per certi versi, traumatico, ma, quando la febbre del Natale inizia…

Read More

“Bello come un gol al 90esimo”. Niente meglio di questo aforisma riassume il giudizio nei confronti di FIFA 22, l’ennesimo, immancabile (e irrinunciabile) capitolo della simulazione calcistica targata EA Sports. Gettiamo subito la maschera: chi vi scrive è un super appassionato del genere, aficionado del gioco sin dai tempi di Fifa ’98, quando tutto era permesso all’interno della leggendaria gabbia di plexiglass. Niente falli, niente rimesse laterali e il gioco che non si interrompeva mai mentre in sottofondo risuonavano, a tutto volume, le note britpop di “Song 2” dei Blur. Ma questa è tutta un’altra storia… FIFA 22, il calcio…

Read More

Una doverosa premessa: se ci tenete alla vostra vita sociale, a mantenere civili i rapporti con i vostri affetti o se non vi sentite psicologicamente pronti a immergervi in un mondo incantato e sconfinato, interamente da esplorare, scoprire e vivere, questo gioco (forse) non fa per voi. Certe cose è meglio metterle in chiaro fin da subito in modo da evitare spiacevoli inconvenienti del tipo: “Amore, mi aiuti con la spesa?”, “Tesoro non posso, sto infilzando un drago sulla vetta del Monte Anthor”. Non abbiamo intenzione di assumerci questa responsabilità… Sì perché The Elder Scrolls V: Skyrim è un gioco…

Read More

LeBron James contro Zlatan Ibrahimovic. No, non stiamo parlando di una fantascientifica sfida interdisciplinare tra uno dei più forti cestisti di tutti i tempi e il fuoriclasse rossonero, ma di un acceso e piccato scambio di vedute in merito alla politica. Ibra contro LeBron: “Basta fare politica” Ad accendere la miccia, come spesso accade, è stato lo svedese che, nel corso di una intervista rilasciata alla Uefa per Discovery+ in Svezia ha criticato l’impegno politico del “Chosen One”, da sempre in prima linea per combattere le ingiustizie sociali, il razzismo e le problematiche elettorali. Il consiglio di Ibra, rivolto anche…

Read More

Il valore dei Bitcoin schizza a un livello record. Il motivo? la decisione di Elon Musk, Ceo e fondatore di Tesla, di investire 1,5 miliardi di dollari nella criptovaluta e di accettarla come strumento di pagamento per i propri prodotti. Una scelta che ha letteralmente fatto impennare il valore dei Bitcoin, scambiati ora a oltre 44mila dollari, in aumento del 10%. E adesso? Anche altre società seguiranno l’esempio di Tesla compiendo un salto strategico verso il Bitcoin o il colosso automobilistico californiano resterà il solo a credere nel suo potenziale? Elon Musk e l’hashtag #bitcoin Che il creatore di Tesla…

Read More

Si avvicina la 71esima edizione del Festival di Sanremo che, inevitabilmente, dovrà essere diversa da tutte le altre. A causa delle disposizioni governative per il contenimento del Covid-19, infatti, il concorso canoro non potrà svolgersi alla presenza di pubblico all’interno del Teatro Ariston. A tal proposito, il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha inviato al Comitato Tecnico Scientifico una lettera ricevuta delle associazioni discografiche per chiedere l’applicazione di un protocollo ad hoc per la sicurezza di musicisti e addetti ai lavori. Al momento, però, il Cts non ha ancora fissato una data per discutere della questione. L’orientamento che sembra prevalere…

Read More