25 aprile, Sala: “Fischi a Letta ingiustificati”. L’Anpi: “Un grave errore”

Non si placano le polemiche dopo il corteo del 25 aprile a Milano. Il sindaco: "Contestazioni purtroppo quasi fisiologiche"

newsby Luca Perillo26 Aprile 2022



“Mi pare che la manifestazione per il 25 aprile di ieri sia andata bene perché le polemiche sono state contenute. In queste occasioni poi è impossibile che non ci siano delle contestazioni. Ovviamente sono molto solidale soprattutto con Enrico Letta perché è stato un attacco ingiustificato, ma non gli darei peso più di tanto”. Lo ha detto il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, a proposito del corteo di ieri in città parlando a margine del Forum del Welfare ‘Milano città giusta’. “È quasi fisiologico, purtroppo, che ci siano delle contestazioni”, ha ribadito il primo cittadino.

Sala: “Su bilancio fiducioso per un decreto del Governo in tempi brevi”


Sala è poi soffermato sull’aiuto che il governo darà al capoluogo lombardo per chiudere il bilancio attraverso l’utilizzo dell’avanzo dello scorso anno. “In questi giorni il governo chiederà un parere agli organi che decidono su questa materia se i fondi sono utilizzabili – ha spiegato -. Nel caso contrario credo che faranno un decreto e da quello che mi hanno detto lo dovrebbero fare abbastanza rapidamente, perché noi per chiudere il bilancio entro il 31 maggio dobbiamo approvarlo in Giunta e fare le commissioni e andare poi in Consiglio comunale. Noi chiediamo di utilizzare i nostri soldi di avanzo dello scorso anno. Sono positivo: credo che la situazione si risolverà bene e riusciremo a fare approvare dal Consiglio comunale il bilancio entro il 31 luglio”.

25 aprile a Milano, Pagliarulo (Anpi): “Fischi al Pd sono un grave errore”


Dei fischi contro Letta e gli esponenti del Partito democratico al corteo del 25 aprile a Milano ha parlato anche Gianfranco Pagliarulo, presidente dell’Anpi, l’Associazione nazionale partigiani d’Italia. Pagliarulo li ha definiti “un grave errore. È inutile cercare divisioni in questo momento quando l’obiettivo comune deve essere la pace. Mie dimissioni? Non mi passano nemmeno per l’anticamera del cervello – ha concluso -. Sono stato eletto dal congresso pochi giorni fa quasi all’unanimità, quindi voglio portare avanti la mozione uscita dal congresso”.


Tag: Gianfranco PagliaruloGiuseppe SalaMilano