La Russia interrompe la fornitura di gas alla Finlandia

L'annuncio della compagnia energetica statale Gasum è arrivato dopo che il Paese nordico si è rifiutato di pagare il fornitore Gazprom in rubli

Gas della Russia all'Europa
Foto | Pixabay | Alexey_Hulsov
newsby Lorenzo Grossi21 Maggio 2022


La fornitura di gas naturale da parte della Russia alla Finlandia è stata interrotta. Lo ha reso noto la compagnia energetica statale finlandese Gasum. Questo è avvenuto dopo che il Paese nordico si è rifiutato di pagare il fornitore Gazprom in rubli. Il gas, ha precisato Gasum, sarà ora fornito da altre fonti attraverso il gasdotto Balticconnector, che collega la Finlandia all’Estonia. Ci siamo preparati con cura a questa situazione. Saremo in grado di fornire gas a tutti i nostri clienti nei prossimi mesi”, ha assicurato il ceo di Gasum, Mika Wiljanen, definendo la decisione “deplorevole”.

Intanto il governo di Helsinki ha concordato il noleggio per 10 anni di una nave per lo stoccaggio e la rigassificazione con Excelerate Energy, società con sede negli Stati Uniti,. Servirà  per coprire parzialmente l’approvvigionamento di gas dopo la sospensione delle forniture dalla Russia. Lo ha dichiarato il ministro delle Finanze finlandese, Annika Saarikko. “Il terminale Gnl ci consentirà di liberarci dal gas russo”, ha spiegato Saarikko. L’aspirazione è quella di rendere operativa la nave, che sarà situata sulla costa meridionale della Finlandia, nel quarto trimestre di quest’anno.

Stop del Gas della Russia alla Finlandia, ma non solo: la guerra in Ucraina prosegue


Sullo sfondo della questione del gas dalla Russia alla Finlandia, rimane la guerra in Ucraina. Azovstal è caduta. Dopo 86 giorni di resistenza che hanno segnato le sorti e l’immaginario della guerra, l’acciaieria simbolo della difesa di Mariupol e dell’Ucraina non è più un bunker inespugnato. Nel frattempo, sale a 6 il bilancio dei civili uccisi nei combattimenti in corso da ieri nel Lugansk. Lo riferisce il capo dell’amministrazione militare regionale di Lugansk Sergiy Gaidai su Telegram. “Sei persone sono morte e sono in corso combattimenti alla periferia di Severodonetsk”, afferma Gaidai, precisando che nell’attacco di ieri mattina su una scuola a Severodonetsk “due persone sono morte sul colpo, altre 3 sono in ospedale”. “Inoltre, un uomo e una donna sono morti la sera vicino alla loro casa a Severodonetsk. Due donne sono state uccise dai bombardamenti russi a Lysychansk e Privilege.


Tag: FinlandiaGasGuerraRussiaUcraina