Carlo III, “Re” anche delle gaffe? I suoi memorabili siparietti in un mese di regno

A poco più di un mese dalla cerimonia di ascesa al trono, il sovrano del Regno Unito ha già fatto parlare di sé, non tanto in veste ufficiale, ma per aver "collezionato" una serie di gaffe che hanno inevitabilmente fatto il giro del web

Carlo III durante un discorso alle Barbados
Foto di PMO Barbados | Pubblico Dominio
newsby Jennifer Caspani13 Ottobre 2022


Carlo III, “Re” anche delle gaffe? A poco più di un mese dalla cerimonia di ascesa al trono, il sovrano del Regno Unito ha già fatto parlare di sé, non tanto in veste ufficiale, ma per aver “collezionato” una serie di gaffe che hanno inevitabilmente fatto il giro del web.

Carlo III riuscirà a superare il “maestro” delle gaffe?

Il primo siparietto divertente del neo sovrano, in veste da Re, è datato proprio 10 settembre 2022, durante la sua proclamazione formale a St James Palace. Un record assoluto, che fa del sovrano un degno erede del “maestro” delle gaffe della famiglia reale britannica per eccellenza: il principe Filippo. Secondo i royal watchers ne avrebbe fatte oltre ventimila nel corso della sua lunga vita. Re Carlo III riuscirà a superarlo? È ancora presto per dirlo, ma il sovrano del Regno Unito sembra proprio essere sulla buona strada.

Carlo III e la penna ribelle

Tornando al suo primo memorabile siparietto, in quella data storica, mentre giurava fedeltà alla patria e al popolo, firmando l’atto di proclamazione a Re, Carlo III ha imperiosamente fatto segno ai segretari di togliere un astuccio di stilografiche dal tavolino a cui era seduto, “colpevole” di ingombrare la scrivania. L’astuccio “ingombrante” ha evidentemente infastidito il sovrano anche per la sua inutilità. Lui era preparato! La penna ce l’aveva nel taschino. Il suo gesto nervoso, seppur dettato da un po’ di tensione più che comprensibile, ha fatto molto discutere. Oltre ad essere stato definito “snob”, una delle polemiche più pungenti ha riguardato il paragone con la defunta madre. “La regina Elisabetta non si sarebbe mai comportata così” , hanno tuonato stampa e social.

La penna ribelle: parte due

Nella settimana successiva, il rapporto di Carlo III con le penne si è confermato conflittuale.
Il 13 settembre il sovrano ha fronteggiato una penna difettosa a Belfast. Nel suo viaggio di presentazione ai sudditi, mentre stava firmando il libro dei visitatori al Castello di Hillsborough, la residenza reale in Irlanda del Nord, Carlo III si è reso conto che la sua penna sgocciolava inchiostro ovunque e gli aveva macchiato le mani. “Odio questa penna. Non posso sopportare questa dannata cosa. Ogni volta”, ha dichiarato voltandosi verso lo staff. Tutto sotto lo sguardo della regina Camilla, forse un po’ stanca, ma molto più tranquilla del regale consorte. La scena, ripresa da alcune telecamere all’interno dell’ufficio, è finita sui social e si è guadagnata sicuramente un posto in classifica tra le gaffe più virali riguardanti la royal family.

L’inospitale accoglienza nei confronti della premie Liz Truss

L’ultima gaffe, sicuramente meno divertente della altre, è di oggi. Nella prima udienza settimanale a Buckingham Palace, il successore al trono della Regina Elisabetta ha offerto alla premier inglese Liz Truss un’accoglienza inusuale e screditante. La prima ministra del Regno Unito è entrata nella stanza e ha salutato il monarca con una stretta di mano e un inchino, come da codice. Poi il buongiorno: “Sua maestà, ben ritrovato”. Dall’altra parte, però, l’accoglienza del Re è stata meno ospitale: “Di nuovo qui – è stato il commento di Carlo III -. Santo cielo. A ogni modo…”.


Tag: Carlo IIIInghilterra