Re Carlo III: “Vi servirò con amore, lealtà e rispetto”. Oggi la proclamazione

Nel primo discorso alla nazione, il nuovo sovrano ha promesso di servire il con “amore, lealtà e rispetto”, proprio come sua madre

newsby Alessandro Bolzani10 Settembre 2022


È stato un discorso piuttosto sentito quello con cui Carlo III, il nuovo sovrano del Regno Unito, si è rivolto per la prima volta alla nazione nella sua nuova veste istituzionale. Il re, arrivato alla corona all’età di 73 anni, ha ricordato con grandissimo affetto la madre, la regina Elisabetta II, e ha promesso di servire il popolo con “amore, lealtà e rispetto”. Le sue parole sono state registrate nel salotto blu di Buckingham Palace, lo stesso nel quale la precedente sovrana ha pronunciato molti dei suoi messaggi natalizi.

Il discorso del re

Carlo III ha promesso di servire il Regno Unito con la stessa devozione “incrollabile” che ha caratterizzato i lunghi anni da regina di Elisabetta II. “Mia madre è stata per me un adorato esempio e fonte d’ispirazione. Anch’io ora mi impegno solennemente, per tutto il tempo che Dio mi concederà, a sostenere i principi costituzionali che sono al centro della nostra nazione. Ovunque viviate nel Regno Unito o nei territorio di tutto il mondo e qualunque sia il vostro background e le vostre convinzioni, cercherò di servirvi con lealtà, rispetto e amore, come ho fatto per tutta la mia vita”, ha affermato il sovrano.

Durante il discorso, Carlo ha menzionato la “cara moglie Camilla” e ha nominato William, suo primogenito e successore, e Kate principe e principessa del Galles. Ha rivolto parole d’affetto anche a Harry e alla moglie Meghan, forse anche per smentire ogni possibile allusione maligna fatta dai tabloid inglesi. Le riviste di gossip, infatti, avevano già iniziato a menzionare possibili malumori per la presunta esclusione del secondo genito di Carlo e della sua consorte dal testamento personale di Elisabetta II.

La proclamazione di Carlo III


Re Carlo ha accettato di fronte all’Accession Council l’atto di proclamazione che certifica la sua successione alla regina Elisabetta, firmando i documenti relativi, controfirmati a seguire da varie figure istituzionali inclusa la regina consorte Camilla. In un breve discorso, il sovrano ha ribadito l’omaggio a suo madre, il cui regno ha definito “senza pari per durata e devozione al servizio“, promettendo di nuovo a sua volta di servire con lealtà – e seguendo “i consigli del Parlamento”, da monarca costituzionale – il Paese, i territori della corona e i reami del Commonwealth. Ha inoltre promesso trasparenza sui conti di corte.


 


Tag: Carlo IIIRegina ElisabettaRegno Unito