Bonus 200 euro, come viene erogato e quando? Ecco le istruzioni Inps

Arrivano chiarimenti sulle modalità in cui verrà erogato il Bonus 200 euro agli aventi diritto (per molti dei quali l'Inps agirà d'ufficio)

Il bonus da 200 euro
Foto | Pixabay | stux
newsby Marco Enzo Venturini28 Luglio 2022


La platea dei cittadini che hanno diritto al Bonus 200 euro è nota da tempo, così come le modalità per richiedere l’accesso all’indennizzo. Nel frattempo molti si sono però domandati quando e in che modo tale cifra sarà erogata. La risposta è arrivata in queste ore, tramite apposita circolare emessa dall’Inps.

Bonus 200 euro: i beneficiari

Nel documento l’Inps ha ricordato che il Bonus 200 euro è erogato “d’ufficio dall’Inps per i titolari di uno o più trattamenti pensionistici a carico di qualsiasi forma previdenziale obbligatoria, di pensione o assegno sociale, pensione o assegno per invalidi civili, ciechi e sordomuti, nonché di trattamenti di accompagnamento alla pensione“. Il tutto “con decorrenza entro il 30 giugno 2022“. Questi parametri sono fissati “sulla scorta di quanto stabilito dall’articolo 32, commi da 1 a 7, del decreto-legge n. 50/2022“.

L’Inps aggiunge anche una precisazione: “In tale dettato normativo non si fa menzione dei soggetti disabili esclusivamente titolari di indennità di accompagnamento“. A costoro, infatti, il Bonus 200 euro è erogato “dal proprio datore di lavoro che procede all’accredito diretto (art. 31 del decreto-legge n. 50/2022) qualora ricorrano i presupposti previsti dalla legge“.

Che cosa succede ai lavoratori non dipendenti

Il Bonus 200 euro, come ricorda l’Inps, è destinato “a lavoratori dipendenti, del pubblico e del privato, titolari di uno o più rapporti di lavoro“. Questo purché a ognuno di loro “spetti, dal 1° gennaio 2022 fino al giorno precedente la pubblicazione della circolare, il diritto all’esonero contributivo dello 0,8%“.

Ricordiamo che a fine giugno la stessa Inps in un’altra circolare aveva specificato che il Bonus 200 euro riguarderà anche i titolari di Naspi, Dis-Coll e i beneficiari di disoccupazione agricola ed ex indennità Covid 2021. Ma anche i lavoratori delle altre categorie chiamate a presentare domanda, tra cui i collaboratori e gli stagionali. Dovranno presentare domanda all’Inps entro il 31 ottobre i titolari di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa. Si tratta degli stagionali, a tempo determinato e intermittenti con 50 giornate di lavoro effettivo nel 2021, e dei lavoratori a tempo determinato del settore agricolo. Ci sono poi gli iscritti al Fondo pensione lavoratori dello spettacolo con 50 contributi giornalieri nel 2021, sempre con reddito non superiore a 35 mila euro, e gli autonomi occasionali privi di partita Iva e gli incaricati di vendite a domicilio. Invece per i lavoratori domestici assicurati presso la Gestione dell’Inps, le istanze potranno essere trasmesse entro il 30 settembre 2022.


Tag: Bonus 200 euroINPS