No green pass, a Torino Giordano Bruno brucia il certificato verde

In piazza a Torino fra i No green pass "compare" anche Giordano Bruno, che invita i manifestanti a bruciare la certificazione verde

newsby Sara Iacomussi19 Febbraio 2022



Oggi, 19 febbraio, i No green pass di Torino come ogni sabato si sono ritrovati in piazza Castello per protestare contro l’obbligo di certificazione verde. Ma oggi la giornata è stata dedicata a Giordano Bruno, a cui i contrari al pass vaccinale si paragonano come eretici. Lo stesso personaggio storico è “comparso” in piazza, dando fuoco al pass anti Covid e invitando tutti i presenti a fare altrettanto.

No green pass, le precedenti proteste a Torino

Anche martedì 15 febbraio i manifestanti No green pass erano scesi in piazza a Torino per protesta. In quell’occasione si erano riuniti sotto la sede del Comune i lavoratori over 50. Proprio martedì, infatti, sono entrati in vigore in tutto il Paese l’obbligo vaccinale e quello di certificazione verde rafforzata per dipendenti pubblici e privati con più di 50 anni. Coloro che non rispettano gli obblighi sono soggetti a sanzioni.

Sabato scorso, 12 febbraio, sempre in piazza Castello il corteo dei No green pass torinesi si era invece imbattuto in un curioso “incidente” di percorso. Un artista di strada aveva infatti messo nelle casse il verso della pecora come segno di derisione nei confronti degli aderenti al sit-in. I partecipanti alla protesta, di tutta risposta, gli avevano staccato l’attrezzatura e lo hanno accerchiato dicendogli “la pecora sei tu.


Tag: No Green PassTorino