Ucraina, da De Zerbi a Paulo Fonseca: gli sportivi bloccati a Kiev

L'appello dei calciatori brasiliani di Shakhtar Donetsk e Dinamo Kiev bloccati in Ucraina. Fonseca: "Dobbiamo essere forti"

newsby Redazione24 Febbraio 2022



I giocatori brasiliani dello Shakhtar Donetsk e della Dinamo Kiev sono insieme alle rispettive famiglie in un hotel a Kiev dove hanno registrato un video diretto alle autorità brasiliane. Chiedono aiuto per poter lasciare l’Ucraina. Bloccato in albergo è anche Roberto De Zerbi, ex tecnico del Sassuolo e oggi allenatore dello Shakhtar.

Fermo in un hotel in Ucraina anche De Zerbi e il suo staff

Con lui c’è anche il suo staff italiano: il vice Davide Possanzini; il mister dei portieri Giorgio Bianchi; i preparatori Vincenzo Teresa, Agostino Tibaudi e Marcattilio Marcattili; gli assistenti Michele Cavalli e Paolo Bianco. Da programma, per sabato era prevista la ripresa del campionato di calcio ucraino. Calendario alla mano, la squadra di Donetsk avrebbe dovuto affrontare il Metalist Kharkiv.

Paulo Fonseca bloccato a Kiev: “Dobbiamo essere forti”


Tra gli sportivi bloccati in Ucraina dopo lo scoppio della guerra c’è pure l’ex allenatore della Roma Paulo Fonseca insieme alla sua famiglia. “Sono a Kiev e con la mia famiglia ci troviamo nel mezzo di una situazione complicata – racconta Fonseca in un video pubblicato sui social network -. Questa guerra è inaccettabile. Speriamo che alla fine prevarrà la pace, nel frattempo dobbiamo essere forti. Grazie per i tanti messaggi di affetto che mi avete inviato”.


Tag: Dinamo KievPaulo FonsecaRoberto De ZerbiShakhtar Donetsk