Eto’o: “L’Italia è il Paese meno razzista d’Europa”

Eto'o alla presentazione del match contro le discriminazioni del 23 maggio a San Siro: "Il Camerun ai Mondiali come l'Inter del triplete"

newsby Luca Perillo6 Maggio 2022



“Quando dovevo venire in Italia a giocare tutti mi dicevano di non farlo perché l’Italia era un Paese razzista. Oggi posso dire che un problema di sicuro c’è, perché il campo è lo specchio della società, ma tra tutti i Paesi d’Europa proprio l’Italia è quello meno razzista. Così Samuel Eto’o, presidente della Federcalcio del Camerun ed ex giocatore dell’Inter durante la presentazione della ‘Integration Heroes Match’, l’amichevole contro le discriminazioni che si terrà a San Siro il 23 maggio.

Eto’o: “Il Camerun, con un po’ di follia, può vincere i Mondiali”


“Con la Federazione vogliamo provare a creare la squadra più forte nella storia del Camerun e , con un po’ di follia, possiamo anche vincere i Mondiali. Dobbiamo avere la stessa mentalità che Mourinho ci diede all’Inter, eravamo dei guerrieri. Nessuno pensava potessimo vincere la Champions, ma con umiltà e lavoro abbiamo conquistato il triplete. E io vorrei creare la stessa cosa con il Camerun”, ha aggiunto Eto’o.

Razzismo, Casini: “Serie A ha fatto tanto, ma possibile fare di più”


Sul tema del razzismo è intervenuto anche il presidente della Lega Serie A, Lorenzo Casini. “Si è fatto tanto, ma si può e si vuole fare di più – ha detto -. Il razzismo è un problema culturale che non può essere la Lega Calcio a risolvere, ma deve essere un lavoro di tutte le istituzioni”.


Tag: Mondiali 2022Samuel Eto'o