Coppa d’Africa: le squadre di Serie A che sarebbero ‘favorite’ dalla sua cancellazione

La CAF, per ora, smentisce: ma tanti sono i club di Serie A che non sarebbero dispiaciuti dell’annullamento della competizione

Calciomercato invernale: quanto è stato utile per vincere i trofei?
Stadio con pubblico e pallone da calcio
newsby Lorenzo Grossi15 Dicembre 2021


Per ora ci si attiene alla secca smentita della CAF (Confederazione calcistica africana). Ma fino a pochissime ore fa sembrava piuttosto concreta l’ipotesi di cancellare la Coppa d’Africa. Secondo le informazioni riportate da RMC Sport in Francia, infatti, diversi allenatori starebbero discutendo di annullare l’edizione 2022 in Camerun. Al di là delle difficoltà organizzative legate al Covid-19 e alla sua nuova variante Omicron, la CAF deve far fronte anche al malcontento di alcuni club, principalmente inglesi, che non vorrebbero perdere giocatori importanti nelle prossime settimane. I calciatori africani convocati dalle rispettive nazionali dovrebbero osservare una quarantena al loro ritorno nel Regno Unito, che costringerebbe le varie squadre a privarsi di loro per un periodo più lungo.

Coppa d’Africa: il suo svolgimento va a coprire 5 giornate di Serie A

Ma, per quanto riguarda la Serie A, quali squadre beneficerebbero della mancata disputa della Coppa d’Africa? Di certo, le uniche formazioni a cui non cambierebbe sostanzialmente nulla sarebbero Inter, Juventus, Atalanta, Empoli. Tutte le altre, invece, hanno nella propria rosa un calciatore africano, quindi convocabile per la competizione che si terrebbe dal 9 gennaio al 6 febbraio 2022. Un arco temporale che coprirebbe ben cinque giornate di campionato. Senza contare i match di Coppa Italia. Con la Coppa d’Africa cancellata, tirerebbero un sospiro di sollievo Salernitana (6 giocatori convocabili) e Napoli (potenzialmente 5). Ma anche Sassuolo, Torino e Milan non sarebbero da meno. Di seguito, il dettaglio dei club che dovrebbero dare l’arrivederci ai propri calciatori impegnati in Camerun.

I giocatori “italiani” potenzialmente impegnati in Camerun tra gennaio e febbraio

Salernitana

Cedric Gondo (Costa d’Avorio), Lassana Coulibaly (Mali), Simy, Joel Obi (Nigeria), Mamadou Coulibaly (Senegal), Wajdi Kechrida (Tunisia)

Napoli

Adam Ounas, Faouzi Ghoulam (Algeria), André Zambo Anguissa (Camerun), Kalidou Koulibaly, Victor James Osimhen (Nigeria, ma è infortunato) (Senegal)

Sassuolo

Hamed Junior Traoré, Jeremie Boga (Costa d’Avorio), Pedro Obiang (Guinea equatoriale, ma è out per una miocardite), Abdou Harroui (Marocco)

Torino

Wilfried Singo (Torino), Koffi Djidji, Ben Lhassine Kone (Costa d’Avorio), Ola Aina (Nigeria)

Bologna

Musa Barrow (Gambia), Kingsley Michael (Nigeria), Ibrahima Mbaye (Senegal)

Fiorentina

Alfred Duncan (Ghana), Sofyan Amrabat, Youssef Maleh (Marocco)

Genoa

Mohamed Fares (Algeria), Caleb Ekuban (Ghana), Kallon (Senegal)

Milan

Ismael Bennacer (Algeria), Franck Kessié (Costa d’Avorio), Fodé Ballo-Touré (Senegal)

Roma

Ebrima Darboe (Gambia), Afena-Gyan (Ghana), Amadou Diawara (Guinea)

Spezia

Ebrima Colley (Gambia), Emmanuel Gyasi (Ghana), Mehdi Bourabia (Marocco)

Venezia

Sofian Kiyine (Marocco), David Okereke, Tyronne Ebuehi (Nigeria)

Verona

Martin Hongla, Adrien Tameze (Camerun)

Cagliari

Keita Baldé (Senegal)

Lazio

Jean-Daniel Akpa Akpro (Costa d’Avorio)

Sampdoria

Omar Colley (Gambia)

Udinese

Isac Success (Nigeria)


Tag: Coppa d'Africa