Udinese-Juve, Gotti: “La salvezza quando lo dirà la matematica”

Il tecnico dei friuliani raggiante dopo la vittoria sugli uomini di Sarri: "La bravura vera, al di là dei tre punti di stasera, è di averci provato a tutti i costi"

newsby Sara Iacomussi24 Luglio 2020



Udinese-Juve ha completamente ribaltato le aspettative della vigilia. Il 2 a 1 finale per gli uomini di Gotti non ha certificato il nono consecutivo di CR7 e compagni, ma la quasi salvezza dei friulani. “La salvezza? È alla portata e lo era anche prima di questa partita. Però c’è solo quando lo dice la matematica, non prima“. Queste le parole dell’allenatore dei friulani, cauto nonostante la serata incredibile della Dacia Arena.

Gli episodi sfavorevoli

La sfida Udinese-Juve ha dimostrato la forza mentale dei padroni di casa, in rete con Nestorovski e Fofana, dopo il vantaggio iniziale di De Ligt. “La mia opinione in generale è che la squadra abbia espresso in campo dei valori superiori alla classifica che ha e che sia stata penalizzata in diversi episodi“, ha detto ancora Gotti. “La bravura vera, al di là dei tre punti di stasera, è di averci provato a tutti i costi, per questo sono fiero dei miei giocatori“, ha aggiunto.

I protagonisti di Udinese-Juve

La Juventus, non certo in una delle sue giornate migliori, era passata in vantaggio con una sassata da fuori area di De Ligt, a fine primo tempo. La ripresa è stata tutta di marca frilulana. Il pari arriva con uno spettacolare tuffo a volo d’angelo di Nestorovski: “È un giocatore che non ha bisogno delle mie presentazioni, è di grande affidabilità”, ha detto Gotti dell’attaccante macedone. Poi, al 92′, un’azione travolgente di Fofana ha permesso all’Udinese di esultare ed avvicinarsi alla salvezza. Ormai, manca solo la matematica.

 


Tag: CalcioJuventusSerie AUdinese