Premio Bearzot: la voce dei protagonisti presenti all’evento

Dino Zoff parla di "riconoscimento importante alla carriera". Premiati anche De Zerbi e Trentalange

newsby Redazione16 Maggio 2022



Giornata di celebrazione al Salone d’Onore del Coni di Roma in occasione della cerimonia di consegna del Premio Enzo Bearzot. Si tratta del riconoscimento organizzato dall’Unione Sportiva Acli con il patrocinio della Figc. Tra i tanti, erano presenti all’evento Dino Zoff, Roberto De Zerbi e Alfredo Trentalange.

Premio Bearzot, Zoff: “Riconoscimento alla carriera, mi sento responsabile”


“Questo premio mi fa sentire tutta la responsabilità. È un riconoscimento importante. Così Dino Zoff, portiere dell’Italia Campione del Mondo del 1982, dopo aver ricevuto il Premio Bearzot durante l’11esima edizione dell’evento. “È stata una buona stagione per il calcio italiano, interessante. Qualche disfunzione nell’applicazione dell’elettronica c’è. Il Var in certe situazioni è insostituibile, ma quando è fiscale fuori dal fuorigioco e dalla palla dentro-fuori è poco positivo. Il Milan ha fatto sempre bene, dipenderà da loro. Donnarumma? Non c’è da dare consigli, ha vinto gli Europei, ha fatto grandi cose, è in una squadra di vertice e ha tutto davanti.

Calcio, il “Bearzot” a De Zerbi: “Un onore ricevere questo premio”


“Mi fa molto piacere, mi onora il fatto di essere premiato oggi in una sala così importante, guardando anche chi mi ha preceduto è una cosa che mi fa molto piacere”. Lo ha detto Roberto De Zerbi, allenatore dello Shakhtar Donetsk, ritirando il Premio ‘Enzo Bearzot’. “Ora aspetto di capire cosa sarà del campionato ucraino, ma più che altro per una questione morale e se riparte, se non riparte, dove riparte. Perché non è detto che riparta in Ucraina e vediamo cosa succede”.

Calcio, Tretalange: “Var? Deve esserci specializzazione”


“Var? Pensiamo che ci debba essere una specializzazione degli addetti Var, come si è fatto per gli assistenti di linea”. Lo ha detto Alfredo Trentalange, numero uno dell’AIA, durante la cerimonia dell’11esimo Premio Nazionale ‘Enzo Bearzot’. “Gli arbitri parleranno mai post partita? Arriveremo ad aprirci, magari non immediatamente dopo la partita quando gli animi sono caldi e le analisi non vengono fatte con garbo. Ma stiamo lavorando a un progetto di comunicazione, per arrivare non a giustificare, ma a fare didattica e dare chiavi di lettura sull’errore”, aggiunge Trentalange. Poi Daniele Chiffi sull’errore in Udinese-Inter: “Errore umano: giusto il richiamo del Var”.

Malagò: “Binaghi? Siamo stupiti, è stato un attacco inelegante e sbagliato”


A margine della cerimonia di consegna del Premio Enzo Bearzot, Giovanni Malagò ha risposto al numero uno della Fit, Angelo Binaghi, che lo aveva accusato di avere remato contro gli Internazionali di tennis non ammettendo tennisti russi e bielorussi. “Un attacco inelegante, sbagliato, non vero, sgrammaticato. Io rispondo al Cio e il Cio è molto severo. Le cose da me affermate sono assolutamente in linea con il Cio. Ho sempre parlato di invito, mai di obbligo anche perché ho perfettamente presente l’autonomia privatistica delle associazioni dei giocatori. Probabilmente Binaghi non conosce la materia”. Così il presidente del Coni.


Tag: Dino ZoffGiovanni MalagòRoberto De Zerbi