Vaccini, Bertolaso: “Poche prenotazioni tra gli over 50 dopo l’obbligo”

Secondo l'ex capo della Protezione Civile, tuttavia "è chiaro che se gli over 50 che non si sono vaccinati fino ad oggi erano i più restii, l'obbligo è sicuramente un incentivo ma non credo che verranno qui a mettersi in coda in modo entusiastico a farsi vaccinare"

newsby Francesco Maviglia9 Gennaio 2022



Dall’introduzione dell’obbligo “abbiamo avuto fino adesso poche prenotazioni di over 50, per adesso sono state 3-4 mila. Stiamo aprendo una finestra dedicata a loro, vedremo quale sarà la risposta“: è quanto ha detto Guido Bertolaso, a margine della sua visita, questa mattina, nell’hub dedicato alle vaccinazioni pediatriche di Fiera Milano, nel quartiere Portello. Secondo l’ex capo della Protezione Civile, tuttavia “è chiaro che se gli over 50 che non si sono vaccinati fino ad oggi erano i più restii, l’obbligo è sicuramente un incentivo ma non credo che verranno qui a mettersi in coda in modo entusiastico a farsi vaccinare“.

Vaccini, Bertolaso: “Dose booster a 12-15enni già da oggi”


Bertolaso ha parlato anche dell’estensione della dose booster ai 12-15enni. “Finalmente possiamo fare la terza dose alla categoria di giovani che per il momento erano stati esclusi, quelli dai 12 ai 15 anni. Di fatto li stiamo già vaccinando oggi con la terza dose, anche se avremmo dovuto iniziare domani“. In Lombardia, ha ricordato Bertolaso, “abbiamo battuto pochi giorni fa il record di oltre 20 milioni di vaccinazioni, con più di 4,5 milioni di terze dosi già somministrate. Ne somministreremo altri due milioni entro la fine di gennaio.

“Aperture notturne per agevolare over 50”


Bertolaso ha poi annunciato che per i prossimi tre venerdì di gennaio il centro vaccinale di Sesto San Giovanni, alle porte di Milano, sarà attivo anche di notte. La sperimentazione sarà avviata “anche per agevolare la nuova categoria che ha l’obbligo di prenotazione, ossia quella gli over 50“. Il centro, ha aggiunto, “sarà aperto anche la notte, senza bisogno di prenotazione. Lo faremo a titolo sperimentale a Sesto San Giovanni, poi se ci sarà disponibilità di personale e richiesta continueremo ad aumentare questa attività.”


Tag: Guido BertolasoVaccino Covid