Salvini: “Andare in pensione a 67 anni è una follia”

Il leader leghista: "Se la Fornero avesse faticato per 41 anni, saprebbe che chi si occupa di disabili o anziani per una vita ha la schiena spezzata"

newsby Redazione27 Agosto 2022



Nel corso di una diretta su Facebook da Barletta, Matteo Salvini, il leader della Lega, è tornato a parlare delle pensioni. “Andare in pensione a 67 anni è una follia. L’altra sera la Fornero ha detto in tv che 41 anni non sono sufficienti per andare in pensione. Forse parla così perché non ha mai lavorato in vita sua, altrimenti se avesse faticato per 41 anni, saprebbe ad esempio che chi lavora con i disabili o gli anziani per una vita ha la schiena spezzata“, ha osservato.

Reddito di cittadinanza, Salvini: “Lasciarlo solo a chi non può lavorare”


Nel corso del comizio, Salvini ha affrontato anche il tema del reddito di cittadinanza, che non ha mai visto troppo di buon occhio. “Il reddito di cittadinanza va lasciato solo a chi non può lavorare, ma se qualcuno prende dei soldi pubblici da due o tre anni, e rifiuta il posto di lavoro, deve perdere qualsiasi privilegio“. È interessante notare che a differenza di Giorgia Meloni, Salvini non propone di abolire del tutto il reddito di cittadinanza, bensì di concederlo a un numero minore di persone. Anche Silvio Berlusconi, il leader di Forza Italia, ha espresso la volontà di riformulare questo strumento, senza eliminarlo del tutto.


Tag: Matteo SalviniPensioniReddito di cittadinanza