Manovra, Malan: “È una legge complessa, normale ci siano tanti emendamenti”

Capigruppo Lega: "Non abbiamo critiche alla manovra, ma solo miglioramenti da fare. Per noi non è una battaglia politica la soglia dei 60 €"

newsby Redazione7 Dicembre 2022



Lucio Malan, il capogruppo di Fratelli d’Italia, ha commentato gli ultimi sviluppi della manovra 2023 ai nostri microfoni. “Il passaggio Parlamentare non è una seccatura ma un momento reale, c’è atmosfera di massima collaborazione. Gli emendamenti sono tanti? È una legge finanziaria e in quanto tale complessa, normale che ci siano tante modifiche suggerite“, ha spiegato.

Manovra, Molinari: “Sulla norma pos conta il principio, la soglia può essere modificata”


Anche i capigruppo della Lega Massimiliano Romeo e Riccardo Molinari hanno parlato della manovra. “Abbiamo un pacchetto di emendamenti di diverso tipo e diverso costo: vanno capiti gli spazi finanziari per trovare un accordo politico. Non abbiamo critiche alla manovra, ma solo miglioramenti da fare. Soglia del pos? Per noi non è una battaglia politica la soglia dei 60, inizialmente ne avevamo chiesti 15. Il punto è il principio: le banche devono essere più ben disposte a trattare commissioni più basse con i piccoli commercianti. Questo è l’obiettivo: l’importante è che rimanga il principio, poi la soglia si vedrà. La manovra indebolisce i poveri? Credo sia il contrario, è stato aumentato il bonus sociale negli aiuti per le bollette. Rivalutazione massima delle pensioni e cuneo fiscale sono segnali per andare più incontro ai più deboli. La potremmo definire una manovra sociale.

Cattaneo: “Sul superbonus lo Stato rispetti impegni presi, serve sblocco crediti”


Dal canto loro, i capigruppo di Forza Italia Licia Ronzulli e Alessandro Cattaneo hanno affrontato anche la questione del superbonus. “Stiamo trovando una quadra, siamo qua per chiudere nel minor tempo possibile. Stiamo lavorando come Camera per la detassazione degli under 35, pensioni minime che vanno aumentate ed una serie di emendamenti che costano poco e incidono in tanti settori togliendo burocrazia. Toccheremo anche il tema del superbonus, Forza Italia lavora per sbloccare i crediti: essendo stati accorciati vogliamo che lo Stato rispetti gli impegni presi con cittadini e imprese. Il giudizio di Bankitalia? Questo è un governo politico e rivendica le scelte fatte, su alcune delle loro affermazioni non ci troviamo d’accordo. In questa manovra si è scelto di dare attenzione alle categorie già fragili, come sulle pensioni minime.”

Superbonus, Fazzolari: “Problema dei crediti lo ha creato Conte con sua incompetenza”


Anche Giovanbattista Fazzolari, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, ha parlato del superbonus. “Il problema che hanno le aziende dell’edilizia è causato da Conte e dalla sua inefficienza e incompetenza. Il provvedimento di questo governo non ha nulla a che fare con i problemi delle aziende edili. La legge fatta da Conte non prevedeva l’obbligo di poter accettare i crediti di imposta, dava solo la facoltà di cederli. Quando le banche non hanno accettato più i crediti perché erano sature è nato il problema. Noi stiamo cercando di risolverlo. Sulla Flat tax non vedo perché dovrebbero esserci modifiche. Sul pos il parlamento ci indicherà quale sarà la soglia per escludere pagamenti con moneta elettronica. Sotto determinate soglie molti esercenti lavorano gratis“, ha concluso.


Tag: Alessandro CattaneoGiovanbattista FazzolariLicia RonzulliLucio MalanManovra 2023Massimiliano RomeoRiccardo Molinari