Minacce Meloni, Sala: “Spero trovino chi è stato e lo sbattano dentro”

Sala: "Approfitto per dire che a volte si presuppone che chi fa il nostro mestiere debba subire tutto. Non deve essere così"

newsby Redazione7 Dicembre 2022



A margine della cerimonia di consegna delle Civiche Benemerenze del Comune di Milano, Giuseppe Sala, il sindaco del capoluogo meneghino, ha commentato le minacce  di morte ricevute da Giorgia Meloni. “Al di là di essere sinceramente solidale nei confronti della premier, approfitto per dire che a volte si presuppone che chi fa il nostro mestiere debba subire tutto. Non deve essere così. Io spero che individuino chi è stato e lo sbattano dentro“.

San Siro, Sala: “Per la scelta vanno tenute a mente le persone che vivono nel quartiere”


Sala ha poi commentato la situazione relativa a allo stadio di San Siro. “Supponiamo che cerchiamo di conservare l’attuale stadio San Siro e quello nuovo. Il nuovo stadio con le partite farebbe un’ottantina di giornate all’anno di impegno. Il vecchio ne farebbe 120. Allora vorrei che qualcuno andasse a dire agli abitanti di San Siro ‘bene voi per 200 giorni all’anno trovate traffico e macchine sotto casa’. La mia ipotesi preferita rimane rimettere a posto San Siro, ma se le squadre non ne vogliono saperne io non possono ledere i loro diritti, ma alla base va considerato anche chi vive lì“.

“Con Von der Leyen abbiamo parlato di Pnrr e Next Generation EU”


Infine, Sala ha parlato dell’incontro con Ursula von der Leyen, la presidente della Commissione europea.  “Con Von der Leyen siamo partiti dall’importanza del Next Generation EU o Pnrr per una città come Milano. Abbiamo fatto esempi di come quei fondi possono essere utilizzati, non solo investiti, per trasformare la città. Ho trovato nella presidente uno spirito ambientalista concreto“.

Civiche Benemerenze, Sala: “Difendo la scelta di premiare Cappato”


Commentando quanto avvenuto durante la cerimonia di consegna delle Civiche Benemerenze del Comune di Milano, Sala ha dichiarato di difendere “la scelta di premiare Marco Cappato, anche se non l’ho presa io. Si tratta di una scelta discutibile per parte dei milanesi, ma che Cappato si sia mosso con spirito di generosità e impegno è altrettanto vero“.


Tag: Giorgia MeloniGiuseppe SalaUrsula Von der Leyen