G7, Zelensky presente a sorpresa a Hiroshima

Zelensky | Foto The Presidential Office of Ukraine under the Creative Commons Attribution 2.0 Generic license
Newsby Lavinia Nocelli 19 Maggio 2023

Si è aperta ufficialmente la ‘tre giorni’ del summit del G7 in Giappone, con la visita al Memoriale della pace di Hiroshima dei leader presenti. Ad accoglierli il primo ministro del Paese, Fumio Kishida, per una cerimonia di benvenuto nel Memorial Park. Un evento dal grande valore simbolico, in quanto riunire i 7 leader sul luogo dell’esplosione del primo ordigno nucleare in un conflitto, all’ombra delle minacce russe sull’uso dell’arma atomica nella guerra con l’ucraina, manda un forte segnale al mondo. 

Dopo aver visitato il Museo della Pace, i 7 leader hanno firmato congiuntamente il Libro d’Onore del Museo, lasciando inoltre un messaggio personale, che verrà successivamente scolpito in una stele in pietra situata nei pressi del monumento. Per l’occasione, il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ha scritto: “Oggi chiniamo il capo e ci fermiamo in preghiera. Oggi non dimentichiamo che l’oscurità non ha l’ultima parola. Oggi ricordiamo il passato per scrivere, insieme, un futuro di speranza”.

Bandiera Giappone
Bandiera Giappone | Pixabay @jorono

L’arrivo di Zelensky

La cerimonia è proseguita con la deposizione di una corona di alloro al Cenotafio delle vittime della bomba atomica, e si è conclusa con la messa a dimora di un albero. Nel frattempo, come riportato da diversa media internazionali, tra cui Bloomberg, il presidente dell’Ucraina, Volodymyr Zelensky, parteciperà di persona, a sorpresa, al G7 di Hiroshima. Nella giornata di giovedì 18 maggio, il premier Kishida aveva annunciato che il presidente Zelensky sarebbe intervenuto a una sessione del programma in videoconferenza. Tuttavia, la decisione del presidente ucraino sarebbe maturata solo nelle ultime ore. Il fine della visita di Zelensky, infatti, è quello di incontrare Narendra Modi, il premier indiano, e Luiz Inácio Lula da Silva, il presidente brasiliano, finora mostratisi poco ostili – o addirittura neutrali – nei confronti dell’attacco di Putin all’Ucraina. Oltre che gli altri leader presenti.

Meloni e Kishida
Meloni e Kishida | Foto Newsby

Via al summit

La prima sessione dei lavori del G7 ha dunque preso il via: il focus del primo incontro è sull’economia globale. Prima di avviare i lavori, Meloni, Macron, Scholz, Michel e Von Der Leyen, si sono riuniti per un incontro di coordinamento Ue. Meloni, inoltre, ha incontrato anche il primo ministro canadese Trudeau per un bilaterale. 

Alla vigilia del G7, il presidente del Consiglio Giorgia Meloni era stato accolto dal primo ministro giapponese Fumio Kishida. “Benvenuta in Giappone, sono molto lieto di poterti accogliere nella mia città. Nella mia visita a Roma abbiamo deciso di elevare i nostri rapporti a partenariato strategico. Sono molto lieto che sono giunti a un’intesa i negoziati di collaborazione cinematografica” tra Italia e Giappone. “È mia ferma intenzione lavorare in stretta relazione con l’Italia in vista del G7 dell’anno prossimo”, aveva dichiarato a proposito Kishida.