Elezioni, Salvini a Di Maio: “Sei il ministro degli esteri e con 3 guerre fai l’Ape Maia”

Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha risposto così al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, che ha chiesto un confronto riguardo l'ok di Salvini ai finanziamenti dall'estero ai partiti

newsby Redazione15 Settembre 2022



Il leader della Lega, Matteo Salvini, ha risposto così al ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, che ha chiesto un confronto riguardo l’ok di Salvini ai finanziamenti dall’estero ai partiti: “Di Maio è il ministro degli Esteri e con tre guerre in corso svolazza e fa l’Ape Maia, io da italiano sono seriamente preoccupato“. Il leader della Lega si riferisce a un episodio che ha visto protagonista proprio Di Maio nella giornata di ieri quando, durante un pranzo presso la Trattoria Nennella, è stato sollevato dai dipendenti del locale come nella celebre presa del film “Dirty dancing“.

Salvini: “Autonomia differenziata significa meno sprechi”


Quindi, il leader della Lega, a margine dell’incontro con gli industriali presso la sede di Confindustria di Napoli, ha ripreso la propria campagna elettorale. Uno dei punti che stanno più a cuore all’ex ministro degli Interni è quello sull’autonomia. “Autonomia differenziata significa meno sprechi, i cittadini napoletani sono tra quelli che pagano più tasse sui rifiuti. Il problema della Regione Campania non è che non ci sono soldi, è che non vengono spesi o vengono spesi male“, ha spiegato Salvini.

“Bollette come il Covid, uniti per decreto subito”


L’emergenza in questo momento si chiama bollette, non ci sono altre emergenze perché l’aumento di costi di luce e gas rischia di mettere in ginocchio nell’arco di pochi giorni l’industria, l’agricoltura e il commercio italiano. Ovunque vada da Napoli a Treviso a Catania mi chiedono Salvini insisti. Il governo deve intervenire per bloccare gli aumenti, l’Europa se c’è un’Ue deve intervenire per aiutare lavoratori e famiglie italiane. Continuo a fare appello a tutta la politica italiana: dividiamoci sul resto, attaccatemi su sbarchi legge Fornero e nucleare, uniamoci per un decreto urgente per bloccare gli aumenti delle bollette di luce e gas“, ha aggiunto ancora il leader della Lega.

Infine, Salvini ha sottolineato: “Non vorrei vincere le elezioni tra dieci giorni ed ereditare un milione di disoccupati. Meglio 30 miliardi di debito positivo adesso per salvare i posti di lavoro“.


Tag: elezioniLegaLuigi Di MaioMatteo Salvini