Comunali Roma, Gualtieri: “No vax
e antisemiti candidati? Gravissimo”

Il candidato sindaco del centrosinistra: "Inaccettabile. Non si tratta di opinioni politiche, si parla di reati". Calenda: "Raggi come Alice nel paese delle meraviglie"

newsby Fabrizio Rostelli8 Settembre 2021



“Trovo gravissimo che ci siano candidati di estrema destra, con posizioni no vax e persino antisemite. Oltre alla candidata Benevento, trovo grave che ci sia un sostegno di Casapound al centrodestra. Non si tratta di opinioni politiche, ma di reati come la ricostituzione del partito fascista. Non ho capito inoltre perché Calenda abbia ospitato nelle sue liste un candidato che fino a poco tempo fa inneggiava a Durigon e Salvini. Lo ha dichiarato Roberto Gualtieri, candidato sindaco per il centrosinistra a Roma, a margine di un incontro pubblico della Fit-Cisl Lazio su trasporti e rifiuti.

Roma, Calenda: “Michetti non può candidare chi inneggia al nazismo”


Sul tema è intervenuto anche Carlo Calenda, candidato sindaco nella Capitale per Azione. “Michetti – ha dichiarato – non può candidare un antisemita no vax o gente che inneggia al nazismo. Non può fare il moderato piacione la mattina e candidare un nazista il pomeriggio. La campagna elettorale rimane ad un livello di superficialità inaccettabile”.

Secondo Calenda, infatti, “nessun candidato parla di termovalorizzatore, di Ama dentro Acea, o di ripristino dello spazzino perché hanno paura di perdere bacini di voti. Le municipalizzate non possono fare la fine di Alitalia. Bisogna chiedere cose concrete. Raggi come Alice nel paese delle meraviglie dice che va tutto bene, ma non ha fatto nulla in cinque anni”.


Tag: Carlo CalendaElezioni AmministrativeEnrico MichettiRoberto GualtieriRomaVirginia Raggi