Ucraina, la dichiarazione della Russia: “L’Ue ci vuole cancellare”

La dichiarazione di Alexey Overchuk, il vice premier russo, è arrivata a distanza di poche ore dalle esercitazioni di ieri, nel corso delle quali è stato anche simulato un contrattacco nucleare

newsby Alessandro Bolzani27 Ottobre 2022


A distanza di poche ore dalle esercitazioni di ieri, nel corso delle quali è stato anche simulato un contrattacco nucleare massiccio in risposta a una simile iniziativa Ucraina, dalla Russia arrivano nuove dichiarazioni che alimentano le tensioni con l’Occidente. Alexey Overchuk, il vice premier russo, ha affermato che “l’Europa ha una politica di cancellazione della Russia”. La dichiarazione è arrivata in apertura della XV edizione del Forum economico eurasiatico di Verona, che “sarebbe stato logico si tenesse in Italia, ma a causa di questa politica non ci sono più contatti” tra i Paesi europei e la Federazione russa.

La riduzione delle forniture energetiche

Sarebbe interessante usare questo raro incontro per vedere quali saranno le conseguenze della rottura tra Russia ed Europa, anche perché fino a poco tempo fa sembrava potesse diventare reale l’ideale di un’Eurasia da Lisbona a Vladivostok”, ha aggiunto Overchuk. Il vice premier russo ha poi lodato l’entusiasmo di Antonio Fallico, il presidente dell’Associazione Conoscere Eurasia, che ha organizzato l’evento. Overchuk ha affrontato anche la questione delle forniture energetiche all’Europa, sottolineando come si siano ridotte perché i gasdottisono stati chiusi” o “perché ancora sotto sanzioni o perché sono stati fatti esplodere”.

Nel corso dell’evento è stato anche letto un messaggio scritto dal presidente russo Vladimir Putin: “In 15 anni il Forum si è guadagnato un grandissimo rispetto per le discussioni dedicate alla cooperazione”. Il leader ha assicurato la volontà della Russia di “intraprendere azioni per creare uno spazio comune di pace e prosperità, sulla base dei principi di sovranità, parità e rispetto reciproco”.

Ucraina, Zelensky: “Finora abbattuti quasi 250 elicotteri russi”


Volodymyr Zelensky, il presidente dell’Ucraina, ha dichiarato che le forze armate ucraine hanno abbattuto quasi 250 elicotteri russi dall’inizio della guerra. “Il numero totale di elicotteri russi abbattuti si sta già avvicinando a 250. Gli occupanti russi hanno già perso una quantità di equipaggiamenti, aerei e altro, pari a quella che la maggior parte degli eserciti mondiali non ha e non avrà mai in servizio. La Russia non sarà in grado di recuperare queste perdite. Ringrazio tutti i nostri combattenti per questa graduale e irreversibile smilitarizzazione del nemico”, ha dichiarato il leader dell’Ucraina.


Tag: RussiaUcraina