Expo, anche il Padiglione Italia ha aderito a “M’illumino di meno”

In occasione della Giornata del risparmio energetico e degli stili di vista sostenibili, la struttura ha spento le corde che illuminano la struttura

Il Padiglione Italia ha partecipato a M'illumino di meno
Foto | Italy Expo 2020
newsby Alessandro Bolzani12 Marzo 2022


Anche il Padiglione Italia di Expo Dubai è stato coinvolto nell’iniziativa “M’illumino di meno”, promossa da Caterpillar e Rai Radio 2 e svolta in occasione della Giornata del risparmio energetico e degli stili di vista sostenibili. Alle 19 (ora di Dubai) dell’11 marzo le corde che illuminano la struttura si sono spente all’improvviso. Poco dopo, sulla facciata del Padiglione è apparso il logo dell’iniziativa, giunta alla sua diciottesima edizione.

Expo Dubai e la sostenibilità energetica

La scelta del Padiglione Italia di aderire a “M’illumino di meno” non stupisce più di tanto. Dopotutto la sostenibilità energetica è uno dei pilastri di Expo 2020 Dubai e nel corso degli ultimi mesi l’area espositiva ha ospitato vari eventi incentrati su questa tematica. Il Padiglione Italia ha sempre dato il buon esempio in tal senso, ospitando al suo interno coltivazioni di alghe e un orto giardino. La struttura, inoltre, ha ospitato moltissimi forum dedicati alla sostenibilità energetica, dando spazio ad aziende, università e centri di ricerca di tutta Italia.

L’iniziativa “M’illumino di meno”

Nata nel 2005, “M’illumino di meno” è una campagna incentrata sul risparmio energetico e gli stili di vita sostenibili. L’edizione del 2022, la diciottesima, ha posto l’accento sull’importanza di “spegnere, pedalare, rinverdire e migliorare”. Moltissime città, aziende e istituzioni hanno partecipato all’iniziativa, spegnendo simbolicamente la luce.

Questo gesto è stato accompagnato da altre azioni in favore dell’ambiente. Collaborando con l’Arma dei Carabinieri, Caterpillar, Rai Radio 2 e Rai per il Sociale hanno coinvolto il pubblico radiofonico nella creazione del primo bosco diffuso di “M’illumino di meno”. Il tutto è stato reso possibile tramite il progetto “Un albero per il futuro”, gestito dal Raggruppamento Carabinieri Biodiversità, che prevede di piantare 50mila alberi in 10 anni. L’obiettivo è quello di “creare un bosco diffuso in tutta Italia, fatto di piccoli alberi di specie autoctone che cresceranno con noi accompagnandoci in un percorso che aumenti la qualità ambientale”.


Tag: Expo Dubai 2020