Alitalia, nodo cassa integrazione
ex lavoratori vicina a sbloccarsi

La cigs degli ex lavoratori di Alitalia sarà allungata fino al 2023, ma i sindacati non si accontentano. Intanto ITA stipula accordo sui nuovi aeromobili

Alitalia, attimi di tensione durante la manifestazione dei sindacati
newsby Marco Enzo Venturini1 Ottobre 2021


Si sblocca la situazione legata ai lavoratori di Alitalia. La loro cigs (acronimo per Cassa Integrazione Guadagni Straordinaria) sarà infatti allungata fino al 2023, come ha spiegato Ivan Viglietti, segretario nazionale della Uiltrasporti, al termine del tavolo al Ministero del Lavoro. “L’impegno del Governo c’è“, ha garantito.

Lavoratori ex Alitalia: la situazione e il commento dei sindacati

Ci sarà inoltre un fondo di solidarietà per i lavoratori di Alitalia. Il Governo ha infatti “confermato il finanziamento“. Il tavolo interministeriale, iniziato in data 1° ottobre, riprenderà il prossimo 10 ottobre. Il tavolo per la proroga della cigs si terrà invece lunedì o martedì. Al momento si estende fino al 2022.

A rappresentare le istanze dei lavoratori di Alitalia c’era l’Usb. Eppure Cleofe Tolotta, esponente del sindacato al tavolo tenuto al Ministero del Lavoro, non si accontenta. “Noi ci aspettavamo di più – ammette infatti –. C’è un impegno del ministro a proseguire con una norma per un anno di cigs. Ma non risolve la vertenza, perché restano troppi lavoratori scoperti. La cassa integrazione per i lavoratori è fino al 2022, con l’impegno per il 2023. C’è moltissimo da fare e ancora non ci sono le soluzioni concrete per tutti i lavoratori“.

Il nuovo accordo ITA: arrivano gli aerei di bandiera

Procedono infatti i passi che renderanno ITA la nuova compagnia di bandiera al posto proprio di Alitalia. In queste ore è infatti giunto l’annuncio su Airbus, che sarà “partner strategico per la flotta“. Come si legge su Ansa, la newco ha firmato un Memorandum of Understanding col costruttore europeo per l’acquisto di 28 aeromobili. Per essere più precisi, si tratta di 10 Airbus A330neo, 7 aerei della famiglia Airbus A220 e 11 della famiglia A320neo, per questi ultimi “le consegne inizieranno dopo il completamento del Business Plan“, precisa la compagnia.

L’Ansa parla di un’operazione dal costo complessivo di circa 1,5 miliardi di euro. Ita inoltre ha siglato un accordo con la società Air Lease Corporation per la fornitura in leasing di altri 31 velivoli Airbus di nuova generazione. Essi comprendono aerei di lungo, medio e corto raggio. Complessivamente la nuova compagnia aerea italiana acquisirà nell’arco di piano “56 aerei Airbus in leasing a condizioni significativamente più vantaggiose di quelle riservate ad Alitalia“, sottolinea la società.


Tag: AlitaliaITAsindacatiUSB