Ucraina, la Comunità di Sant’Egidio in piazza per la pace

"Abbiamo scelto la democrazia. Vogliamo essere liberi e non dipendere da nessuno. Purtroppo abbiamo un vicino che non condivide la nostra scelta".

newsby Lorenzo Sassi17 Febbraio 2022



Grande partecipazione per la manifestazione indetta a Roma dalla Comunità di Sant’Egidio. I cittadini ucraini residenti in Italia raccontano la situazione dalla loro prospettiva. “In caso di guerra“, dicono, “siamo pronti“. “La guerra non è quello di cui abbiamo bisogno dopo due anni di pandemia“, dichiara una ragazza. “Abbiamo scelto la democrazia. Vogliamo essere liberi e non dipendere da nessuno. Purtroppo abbiamo un vicino che non condivide la nostra scelta“.

Ucraina, la Comunità di Sant’Egidio in piazza per la pace


Anche Roberto Gualtieri, il sindaco di Roma, ha preso parte alla manifestazione. “Siamo qui a Santi Apostoli con la Comunità di Sant’Egidio per la pace. Speriamo ci sia una soluzione politica e che non ci sia la guerra. Come uscirne? Situazione delicata. Intanto siamo qui a portare la voce della città perché non ci sia la guerra“.

Tajani: “Necessario il dialogo”


Per Antonio Tajani, il coordinatore nazionale di Forza Italia, il dialogo è l’unica via per risolvere la crisi tra la Russia e l’Ucraina. “Se ne esce con il dialogo. Necessario fare tutti gli sforzi possibili per evitare la guerra. Mosca è stata aggressiva ma l’Occidente deve essere prudente. Non dobbiamo mai superare il limite oltre il quale non si può tornare indietro. Bisogna tornare ai dialoghi come per Pratica di Mare. Dobbiamo fare in modo che la Russia si avvicini all’occidente“.


Tag: RussiaUcraina