Roma: riparte “Cinema in piazza”,
la rassegna dei ragazzi dell’America

Roma riporta il grande schermo nelle piazze cittadine: il ministro Speranza, Zingaretti e Raggi hanno partecipato alla serata inaugurale a Trastevere

newsby Fabrizio Rostelli5 Giugno 2021



Con la proiezione del film ‘Favolacce’ dei fratelli D’Innocenzo è stata inaugurata l’edizione 2021 del Cinema in piazza, la rassegna organizzata dai ragazzi del cinema America di Roma. Spettatori di eccezione a Piazza San Cosimato la sindaca Virginia Raggi, il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti e il ministro della Salute Roberto Speranza.

Roma riparte dal cinema: tutti i grandi ospiti

Quest’anno, oltre a Trastevere, ci saranno anche le arene di Monte Ciocci e della Cervelletta ad ospitare registi, attori e critici di fama internazionale. “Oggi riparte il ‘Cinema in piazza’. Si tratta di un’occasione per ridare a tutti un’opportunità per distendere le tensioni sociali. E anche di vivere collettivamente il cinema, sul grande schermo e nelle piazze storiche della città di Roma“, ha dichiarato Valerio Carocci del Cinema America.

Speriamo questo sia un anno positivo, visto che apriremo un nuovo spazio della città di Roma, il parco di Monte Ciocci. Ripartiremo proprio lì, con Carlo Verdone e ‘Brutti, sporchi e cattivi’ di Ettore Scola. Poi aspettiamo i videocollegamenti e gli arrivi di personalità importanti come Kosturica, Ken Loach, Rupert Everett e tantissimi ospiti italiani come Ferzan Ozpetek“, prosegue Carocci.

Il rilancio verso il futuro e il commento della politica

Secondo il suo giudizio, l’evento tenuto a Roma mantiene la tradizione senza soffrire troppo dell’emergenza che ha contraddistinto questi mesi: “Rispetto agli ultimi anni, l’associazione non è granché mutata. Qualche ragazzo si è aggiunto, qualcuno ha preso altre strade. Ma grossomodo l’organico è rimasto sempre lo stesso. La novità è che il 30 settembre inauguriamo il nostro primo cinema. E quindi diventeremo esercenti cinematografici tutto l’anno“.

Veniamo da un anno e mezzo durissimo. I giovani hanno sofferto di più, ma non si possono giustificare gli episodi di violenza. Rioccupare le piazze darà delle alternative per tornare ad essere una comunità“, ha commentato la sindaca di Roma, Virginia Raggi. Secondo Zingaretti: “Quello del cinema America è il contributo più bello che si possa dare all’Italia post Covid“. Infine il ministro Speranza, che non ha voluto rilasciare alcuna dichiarazione sull’attualità: “Nessun commento. Viva il cinema“.


Tag: CinemaCinema AmericaNicola ZingarettiRoberto SperanzaRomaVirginia Raggi