Gli avvocati praticanti protestano: “Fateci fare esame orale abilitante”

Manifestazione davanti al Tribunale di Torino: "Dopo 18 mesi senza tutele e diritti meritiamo di più di un post su Facebook"

newsby Sara Iacomussi15 Dicembre 2020



“Alcuni mesi fa il ministero di Giustizia attraverso Facebook ha comunicato che l’esame di stato 2020 verrà rinviato. L’esame di stato è uno dei momenti più significativi dopo 18 mesi di praticantato ed è l’unica garanzia per portare a termine il percorso formativo”. Parte dal Tribunale di Torino la protesta degli aspiranti avvocati, arrabbiati per il rinvio a data da destinarsi dell’esame di stato per l’abilitazione. “La manifestazione è indetta a livello nazionale contro il rinvio dell’esame, il ministro si è limitato a dirci questa comunicazione senza specificare altro. Con l’emergenza sanitaria ci dovranno essere modifiche della modalità di esame, ma ora non ci sono certezze. Noi proponiamo l’orale abilitante, è l’unico modo per svolgerlo. Per noi è un problema non darlo, dopo 18 mesi di pratica senza tutele e diritti”.

Milano, presidio Lega al Tribunale: “Vogliamo certezze su esame di Stato per avvocati”


La Lega Milano e la Lega giovani hanno organizzato un presidio davanti al Tribunale di Milano per protestare contro il nuovo rinvio, da parte del Ministero della Giustizia, dell’Esame di Stato per gli avvocati praticanti. Presente il Commissario provinciale della Lega Salvini Premier, Stefano Bolognini. “Una situazione inaccettabile. Chiediamo certezze al ministro Bonafede, per ora maestro solo di ritardi e di ‘permessi-premio’ ai carcerati. Tanti praticanti avvocati si trovano ora nel limbo a causa dei ritardi e dell’inadeguatezza del Ministro. È ora di fare chiarezza oppure di dimettersi.


Tag: LegaMilanoTorino