Giornata nazionale personale sanitario, Ozpetek: “Dopo due anni siamo ancora sospesi”

Durante l'evento non è mancato un omaggio alla memoria di Gino Strada, il fondatore di Emergency scomparso lo scorso 13 agosto, e al lavoro di tutti i medici

newsby Teresa Ciliberto20 Febbraio 2022



In occasione della Giornata nazionale del personale sanitario, il regista Ferzan Ozpetek, promotore dell’evento, ha parlato della particolare situazione che si è venuta a creare con il Covid-19. “Il messaggio da lanciare è che siamo tutti un po’ demoralizzati. Io passo delle giornate in cui sono molto depresso, perché ci sentiamo tutti un po’ sospesi ancora. Sì, ne stiamo uscendo, ma ancora non sappiamo se in futuro ci sarà un’altra ondata o no“.

La Giornata nazionale del personale sanitario è arrivata alla sua seconda edizione. Quest’anno è stata celebrata nella sede della Federazione Nazionale degli Ordini dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri (Fnomceo).

Sanità, Anelli: “Serve più rispetto per lavoro e più professionisti sui territori”


Anche Filippo Anelli, il presidente della Fnomceo, ha preso parte alla Giornata nazionale del personale sanitario. “Per garantire la salute dei nostri cittadini c’è bisogno di più professionisti negli ospedali e sul territorio. I medici di famiglia sono stati lasciati da soli. Mancano anche gli infermieri e altri operatori sanitari. Si sono dovuti dare da fare per garantire assistenza a 11 milioni di cittadini che prevalentemente sono stati curati a casa. L’impegno che chiediamo al Governo è di rispettare la dignità del lavoro dei professionisti e di aumentarne il numero, questa è la lezione che viene fuori dai due anni di pandemia“.

Giornata nazionale personale sanitario, Fnomceo omaggia Gino Strada


Durante l’evento non è mancato un omaggio alla memoria di Gino Strada, il fondatore di Emergency scomparso lo scorso 13 agosto, e al lavoro di tutti i medici. “La professione è lo strumento per garantire i diritti delle persone e Gino è stato veramente encomiabile in questo senso, un maestro per tutti noi. Lui si è battuto perché gli ultimi potessero avere in qualche modo una risposta al loro bisogno di salute e questo succede anche in Italia, nelle nostre periferie“, ha spiegato Anelli.


Tag: Ferzan OzpetekFilippo Anelli