Fedez racconta tutto: “Io fortunato, al 90% sto bene. J-Ax? Chiariti in 6 ore”

"Il tumore era molto raro, ma niente linfonodi né micro metastasi. J-Ax? Ci siamo detti tutto", rivela Fedez. Poi mostra la cicatrice

Pace tra Fedez e J-Ax:
Foto | Newsby
newsby Luca Perillo23 Maggio 2022


Fedez a tutto tondo durante la conferenza stampa di presentazione del festival Love Mi. Il popolare rapper si è aperto con i presenti, parlando dei suoi difficili mesi di lotta alla malattia. Ma poi, insieme a J-Ax, ha rivelato anche i dettagli della riappacificazione con il collega.

Fedez, il tumore e l’invito di Liliana Segre


Mi ritengo parecchio fortunato – ha dichiarato Fedez –. È arrivato l’esame istologico. Il tumore era molto raro, è quello di Steve Jobs. La fortuna è che non ha una classificazione in cancerogeno benigno, ma in G1, G2 e G3. Il mio era G1, il che vuol dire ‘tanto culo’. Non ha preso i linfonodi e non avevo micro metastasi, per cui non ho dovuto fare chemioterapia. Al 90% posso dire che va tutto bene. È come se vedessi il mondo a colori“, ha aggiunto. E a margine dell’evento, dopo un abbraccio, ha mostrato alla manager Betti Soldati la cicatrice dell’operazione.


Io sarei già andato, se lo avesse chiesto a me. Non volevo inserirmi nel dibattito, io avevo già contattato Liliana Segre in passato per parlare a Muschio Selvaggio“. Così, invece, Fedez ha risposto commentando l’invito della senatrice a vita Liliana Segre a sua moglie, Chiara Ferragni, a visitare il Memoriale della Shoah. “Non avevamo trovato un incastro – ha ammesso il rapper –, ma quando Segre ha fatto l’appello ho ribadito la mia disponibilità. Le ho chiesto di venire a Muschio Selvaggio, perché secondo me è uno strumento divulgativo importante. Spero che accadrà, ci hanno detto che sarà probabilmente a settembre“.

L’amicizia ritrovata con J-Ax e i nuovi progetti


Infine il capitolo amicizia ritrovata. “Un persona viene da me e mi dice che Fedez mi aveva cercato. Io gli rispondo che non era possibile, perché lui non mi aveva chiamato. Poi mi sono reso conto che avevo bloccato il suo numero“. Comincia così il racconto di J-Ax per spiegare la pace tra lui e Fedez dopo quattro anni di lontananza. “Abbiamo parlato sei ore e ci siamo detti tutto quello che dovevamo dirci. Abbiamo chiarito“, ha aggiunto Federico durante la presentazione del festival Love Mi.

L’evento, gratuito, si terrà a Milano in piazza Duomo il 28 giugno. Servirà per raccogliere offerte per la Fondazione Tog, che si occupa di riabilitazione dei bambini affetti da patologie neurologiche complesse. Tra esse spiccano Paralisi Cerebrale Infantile e Sindromi Genetiche con Ritardo mentale. “Musica insieme? Potrebbe essere. Certo non lo faremmo per il mercato, ma per fare qualcosa per noi“, hanno rivelato Fedez e J-Ax.


Tag: Chiara FerragniFedezJ-AxLiliana Segre