Instagram, svelato il “trucco” per guadagnare senza avere milioni di follower

Per iniziare a monetizzare i contenuti basta seguire una semplice procedura, aperta anche a chi non ha i numeri di Chiara Ferragni. Tuttavia ci sono alcuni requisiti da rispettare

Come recuperare post e storie cancellate su Instagram
Foto Unsplash by Alexander Shatov
newsby Alessandro Bolzani4 Aprile 2022


Guadagnare con Instagram è uno dei “sogni proibiti” di tantissime persone. L’idea di poter fare soldi grazie a post, video e storie solletica la fantasia di chi vorrebbe arrotondare lo stipendio con qualche “guadagno facile” (su questo punto di torneremo) o provare a diventare un influencer. Sembra però un traguardo irraggiungibile, riservato solo a quei pochi eletti che possono sfoggiare la famigerata spunta blu e che hanno milioni di follower. In realtà iniziare a guadagnare con Instagram è più semplice di quel che si potrebbe pensare e basta seguire pochi semplici passaggi per iniziare.

La procedura da seguire per ottenere il badge

Prima di svelare il “trucco” è bene sottolineare che per ricevere dei pagamenti su Instagram è necessario avere un account creator o business. Per cambiare tipologia di profilo è sufficiente seguire una procedura semplice. Basta accedere alla sezione “account” nel pannello “impostazioni” e selezionare la voce “Passa a un account professionale”. A questo punto bisogna scegliere la categoria in cui ci si rispecchia di più (“scrittore”, “artista”, “fotografo” ecc.) e scegliere tra le voci “creator” o “azienda”. Questa scelta non è irreversibile e può essere modificata in qualsiasi momento.

Un profilo Instagram
Foto Pixabay | cloudlynx

Una volta ottenuto l’account creator o aziendale è possibile iniziare la procedura per guadagnare con Instagram. Dalla homepage bisogna cliccare sul menù in alto a destra (rappresentato da tre “sbarrette” verticali), andare sulle impostazioni, selezionare “creator”, “badge” e poi premere sul tasto “inizia”. In seguito bisogna toccare “continua” e accettare le condizioni (ma solo dopo averle lette con attenzione!), per poi selezionare il Paese in cui si vive e il tipo di azienda per cui si lavora (è anche possibile inserire “libero professionista”). A questo punto bisogna inserire i dati mancanti e collegare un conto corrente o un account PayPal. Se Instagram riconosce l’account come idoneo è possibile visualizzare la voce “utente idoneo” sul menù dedicato al badge.

Leggi anche: Instagram introduce i sottotitoli generati automaticamente

Come si può essere sicuri di avere un account Instagram idoneo? Le condizioni da rispettare sono tre: 1) bisogna avere almeno 18 anni 2) essere in possesso un account creator o business 3) rispettare tutta la normativa di Instagram. Non è necessario aprire una partita Iva per essere pagati, tuttavia potrebbe diventare opportuno farlo una volta superati i 5.000 €. Chi ha un account creator ma non ha il badge potrebbe non aver ancora ricevuto l’aggiornamento da Instagram o essersi dimenticato di selezionare un metodo di pagamento.

Instagram
Foto Pixabay | freestocks

Anche sui guadagni di Instagram bisogna pagare le tasse, quindi è bene evitare di fare i “furbetti” e riflettere bene prima di monetizzare i contenuti. Bisogna tenere presente, inoltre, che non ha senso aspettarsi dei “guadagni facili”. Anche per fare dei soldi sui social è necessaria la giusta dose di dedizione e impegno, come in qualsiasi altro lavoro. Magari per alcune persone potrebbe risultare più naturale creare dei contenuti per Instagram piuttosto che dedicarsi ad altre attività, ma in questo caso si parla di inclinazioni naturali e non di facilità oggettiva del mestiere.


Tag: Instagram