Telegram, ecco come importare
le chat da WhatsApp

La procedura, eseguibile sia su iOS che su Android, è piuttosto rapida e permette di radunare tutte le conversazioni in un’unica app

WhatsApp, da ora chiamate vocali e videochiamate anche da computer
newsby Alessandro Bolzani29 Gennaio 2021


L’ultimo aggiornamento di Telegram ha introdotto una funzione molto importante per chi usa (o usava) più di un’app di messaggistica istantanea: la possibilità di importare lo storico delle chat. Questa novità strizza l’occhio agli oltre 100 milioni di utenti che sono approdati sulla piattaforma a gennaio. Molti sono ex fruitori di WhatsApp, delusi o indispettiti dalla nuova informativa sulla privacy (contestata anche dal Garante della privacy). Non mancano però anche utenti provenienti da app come Line e KakaoTalk.
Scopriamo come importare chat da WhatsApp a Telegram.

Come importare le chat da WhatsApp

Gli utenti iOS che desiderano importare le chat da WhatsApp a Telegram non devono fare altro che aprire la pagina “Info contatto” o “Info gruppo” su WhatsApp, toccare “Esporta chat” e scegliere Telegram all’interno del menù “Condividi”. In alternativa, è possibile eseguire l’operazione dalla lista chat. È sufficiente scorrere verso sinistra su una conversazione, selezionare “…” e premere “Esporta chat”.
Su Android la procedura è piuttosto simile. Basta aprire una chat, selezionare prima “Altro” e poi “Esporta chat” e, infine, scegliere Telegram nel menù “Condividi”.
Telegram spiega che “i messaggi saranno importati nel giorno corrente, ma includeranno anche date e orari originali. Tutti i membri della chat su Telegram vedranno i messaggi”.

Quanto spazio occupano le chat?

Importare chat da WhatsApp a Telegram può anche essere un buon modo per liberare spazio sul proprio smartphone o tablet. Mentre l’app di Facebook archivia tutti i dati sul dispositivo utilizzato, Telegram “può occupare virtualmente zero spazio e permetterti di accedere a tutti i tuoi messaggi, foto e video ogni volta che ne hai bisogno”. “Puoi liberare spazio e controllare la dimensione della tua cache in Impostazioni > Dati e Archivio > Utilizzo archivio”.

Un occhio di riguardo alla privacy

Nel suo ultimo aggiornamento, Telegram ha anche posto l’accento sulla privacy. “I tuoi dati sono solo tuoi, ed è per questo che gli utenti di Telegram non solo possono esportare le loro chat, ma anche cancellare i messaggi che inviano e ricevono per entrambe le parti, senza lasciare traccia”. In seguito all’update ora anche le chat segrete, i gruppi creati e la cronologia delle chiamate possono essere eliminati per tutti gli utenti che ne fanno parte in qualsiasi momento.
Per il resto, l’ultimo aggiornamento di Telegram ha introdotto varie migliorie alle chat vocali e al player audio, oltre a implementare gli “sticker di benvenuto”, dei simpatici adesivi da inviare a chi si è appena unito all’app.


Tag: TelegramWhatsApp