Olimpiadi, Malagò sul caso Fontana-federazione: “Contano i risultati”

Il presidente del Coni è intervenuto sulle polemiche che sono scoppiate negli ultimi giorni a Pechino tra gli atleti degli sport invernali

newsby Redazione17 Febbraio 2022



Nonostante gli ottimi risultati che la nazionale italiana sta raccogliendo alle Olimpiadi invernali di Pechino 2022, non mancano le polemiche in seno alla delegazione azzurra. Sul caso Arianna Fontana-Fisg è intervenuto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che ha poi commentato anche la querelle Goggia-Brignone.

Da tempo Arianna ha avuto una gestione del suo avvicinamento, delle sue tappe che l’hanno portata a Pechino autonoma. È normale? No. Ne ho parlato tante volte con lei, sa perfettamente quanto le sono stato vicino ma non sarà né il primo né l’ultimo caso nello sport, non solo italiano, ma anche mondiale, in cui ci sono delle visioni diverse fra la singola atleta e la Federazione. Quello che conta sono i risultati“, ha spiegato Malagò.
Quello che Arianna ha fatto è monumentale, il resto passa in secondo piano“, ha aggiunto.

“Fontana rappresenterà l’Europa nella cerimonia di chiusura”


E alle tre medaglie conquistate da Arianna Fontana si aggiungerà anche l’onore di rappresentare l’Europa nella cerimonia di chiusura dei Giochi. Cerimonia che sarà importantissima anche per l’Italia poiché rappresenterà un vero e proprio “passaggio di consegne a Milano-Cortina“.

Il Cio sceglie cinque atleti simbolo di ogni continente e ieri ci ha chiamato per comunicare che hanno individuato in Arianna Fontana la rappresentante di tutta l’Europa“, ha sottolineato il presidente del Coni. “Arianna è entusiasta per questo. È la dimostrazione della sua grandezza“.

Olimpiadi, Fontana: “Spetta alla Federazione fare il primo passo”


Sulla questione è intervenuta la stessa pattinatrice. “Non spetta a me fare il primo passo. Abbiamo capito che quello che vogliono fare è mettermi in una scatola da dove sono uscita per essere competitiva qui“, le sue parole. “Serve che dalla Federghiaccio capiscano che sono stati fatti degli errori. In quattro anni la squadra italiana ha cambiato quattro allenatori. L’ultimo due mesi prima delle Olimpiadi“, ha aggiunto Fontana.

Quanto al futuro, “ho il sorriso, comunque vada ho fatto quello che volevo. Contenta di averlo fatto a modo nostro. Per essere competitiva so cosa fare, ora avrò bisogno di riposo. Ci sono situazioni che devono essere risolte per Milano-Cortina, il segreto è credere nel lavoro che si fa, con chi è al tuo fianco. Non urlare mai e nei momenti difficili non mollare mai“, ha concluso, in visita a Casa Italia dopo la premiazione dei 1500 metri di short track dove ha conquistato l’argento.

Malagò: “Brignone-Goggia? Spero non ci siano altre puntate”


Infine, Malagò ha commentato anche l’altra vicenda spinosa di Casa Azzurri, ovvero gli attriti e le frizioni tra le due sciatrici Sofia Goggia e Federica Brignone.
Siamo in piene Olimpiadi. Federica Brignone ha preso una medaglia strepitosa, complicata, Sofia Goggia sappiamo tutti quello che ha fatto. C’è un’altra gara fra 48 ore dove ci giochiamo un’altra medaglia, mi auguro non ci siano altre puntate“, ha voluto chiosare il presidente del Coni.


Tag: Arianna FontanaFederica BrignoneGiovanni MalagòOlimpiadi invernaliPechino 2022Sofia Goggia