Malagò: “Il Coni intitolerà un campo a Malagò”

"Ne ho parlato anche con Gravina, inviteremo alla cerimonia la famiglia. È un segnale del mondo olimpico nei confronti di un calciatore che è stato da esempio"

Malagò
Foto | Newsby
newsby Annalisa Ramundo18 Gennaio 2023


Vialli era un atleta del nostro mondo. È stato l’unico calciatore a portare non solo la torcia, ma anche la bandiera olimpica alla cerimonia conclusiva di Torino. E siccome è stato anche vincitore dell’europeo con l’under 21, che è la squadra del Comitato olimpico, ed è stato, durante la cavalcata europea all’Acqua Acetosa, con Roberto Mancini a seguire gli allenamenti della nazionale, quel campo che è il numero tre e che noi chiamiamo il ‘nuovo centrale’, sarà intitolata a Gianluca Vialli. Ne ho parlato anche con Gravina, inviteremo alla cerimonia la famiglia. È un segnale del mondo olimpico nei confronti di un calciatore che è stato da esempio“. Lo ha fatto sapere il presidente del CONI, Giovanni Malagò, al termine della Giunta che ha deciso, tra le altre cose, di intitolare a Gianluca Vialli il campo tre del Centro di Preparazione Olimpica dell’Acqua Acetosa.

Milano-Cortina, Malagò: “Su pattinaggio velocità spero in soluzione che soddisfi tutti”

Sulla possibilità di spostare a Torino il pattinaggio di velocità alle Olimpiadi invernali di Milano-Cortina 2026, Malagò ha preferito non sbottonarsi. “Non dichiaro nulla perché c’è una conferenza stampa il 20 gennaio in Trentino, ma penso che se, a tutti i livelli della politica, si fossero evitate una serie di riflessioni e considerazioni questo avrebbe aiutato anche per la soluzione finale. Quello che la gente deve sapere è che non è una partita che si gioca su quei tavoli. Io sono convinto che si troverà una soluzione, che spero soddisfi tutti“.

Coni, Malagò: “Numeri report devono rendere fieri gli italiani”

Malagò ha poi commentato i numeri del report ‘Posizionamento dello sport italiano a livello olimpico‘ presentato stamattina nel Salone d’Onore. “Oggi abbiamo presentato qualcosa che deve rendere particolarmente fieri gli italiani. È una materia che anche a livello giornalistico dà di che scrivere e in sport così diversi. Chiamate un qualsiasi collega mio e chiedete cosa pensano di come gestiamo questo modello sportivo e rendete conto di quanto magari è diversa la presa di posizione che qualcuno interpreta rispetto alla realtà dei fatti“.

“Nella Giunta di oggi è stata ratificata l’autosospensione di Maccarani”

Il presidente del Coni si è poi soffermato sugli scandali che negli ultimi mesi hanno scosso il mondo della ginnastica ritmica, dichiarando che “nella Giunta di oggi è stata ratificata l’autosospensione” di Emanuela Maccarani, allenatrice della nazionale di ginnastica ritmica, in seguito alle accuse della Procura sportiva e ordinaria sui presunti abusi psicologici nei confronti di alcune ex atlete.

Abbiamo individuato i nominativi della Walk of Fame– ha aggiunto Malagò- Sono tutti sport diversi. C’è una novità: per la prima volta non mettiamo un singolo, ma chiamiamo una squadra“. Nella lista ci sono anche Flavia Pennetta, Tania Cagnotto e Fabio Cannavaro.

“Sul limite dei mandati faremo una proposta di modifica della legge”

Infine, Malagò ha parlato dell’incontro dello scorso 10 gennaio tra presidenti federali in cui c’è stata la discussione sulla revisione della legge del 2018 dopo la sentenza del Tar del Lazio. “A nome dei presidenti federali, che sono stati protagonisti di un incontro informale sul tema dei mandati, si farà una valutazione su una proposta da presentare sulla quale poi le autorità governative faranno le loro valutazioni. Una proposta di modifica della legge verrà presentata attraverso il Coni. Come sapete il Coni è spettatore interessato, ma non è coinvolto“.


Tag: Giovanni Malagò