Italia-Svizzera, il caso Immobile infiamma la vigilia

Il presidente della Lazio, Claudio Lotito: "Contro la Salernitana stava bene". La replica del Responsabile dello staff medico della Nazionale: "Era già infortunato"

Italia-Svizzera, il caso Immobile infiamma la vigilia
Italia-Svizzera, il caso Immobile infiamma la vigilia
newsby Redazione11 Novembre 2021


Una partita da non sbagliare. L’Italia di Roberto Mancini si gioca parte del proprio immediato futuro in un match al cardiopalma contro la temibile Svizzera nelle qualificazioni mondiali. In caso di successo, gli Azzurri avvicinerebbero l’obiettivo di staccare il pass per Qatar 2022 senza dover passare dagli spareggi. Per la Nazionale, però, quella di oggi è una vigilia tutt’altro che serena. Oltre che con i numerosi incerottati indisponibili, infatti, il ct deve fare i conti anche con il caso Ciro Immobile.

Il bomber della Lazio è tornato a casa per una noia muscolare, scatenando, di fatto, la reazione piccata di un infastidito Claudio Lotito. Il presidentissimo del club biancoceleste ha attaccato, scagliandosi contro lo staff medico della Nazionale. Pronta la replica di Andrea Ferretti, che di quello staff ne è il responsabile: la chiamata in azzurro non c’entra, Immobile era già dolorante al termine della partita contro la Salernitana.

Lotito: “Succede sempre con i giocatori della Lazio”


Immobile? Purtroppo è accaduto, lo staff della federazione ha ritenuto che non potesse giocare ed è tornato indietro. Ho notato che queste situazioni succedono sempre ai calciatori della Lazio. Noi solitamente abbiamo pochissimi infortuni perché siamo in grado di prevenire. Se fosse stato male prima, non sarebbe partito: con la Salernitana ha giocato 90′ e stava bene alla fine“, l’affondo di Lotito.

Ferretti: “Immobile arrivato già con dolore”


Una tesi che, come detto, si scontra con quella del dottor Ferretti: “Immobile si è presentato al raduno riferendo un dolore al polpaccio, che era insorto in Lazio-Salernitana“, la replica. “Come tutti gli altri arrivati in condizioni non perfette, il giorno dopo ha svolto recupero in acqua e nessuno di loro si è allenato. Trascorse le 36 ore canoniche abbiamo sottoposto Ciro e altri giocatori a una risonanza magnetica. Quella di Ciro mostrava segni di sofferenza del muscolo soleo ed è stato ritenuto non recuperabile per le nostre partite, tornando in sede“, ha aggiunto.

Bonucci: “Polemiche infortuni? Fanno ridere, serve rispetto”


Polemiche che, però, non sembrano poter minare la serenità di un gruppo che ha recentemente dimostrato di essere maturo e compatto. Eppure quello di Immobile non è l’unico stop che preoccupa. Anche Giorgio Chiellini non sarà della partita e il capitano della Nazionale, Leonardo Bonucci, è tornato sulle condizioni del compagno: “Le polemiche sull’infortunio mio e di Giorgio (Chiellini, ndr)? Non le abbiamo commentate, le poche righe che abbiamo letto ci hanno fatto solo sorridere. Sono polemiche frivole che mancano di rispetto all’essere umano e al giocatore“, ha spiegato il centrale bianconero.

E ancora: “Sono tornato ad allenarmi ieri con la squadra. Abbiamo fatto due giorni di recupero. Sabato ero un po’ affaticato ma non per questo non avevo dato disponibilità. Poi con la Fiorentina ha giocato Rugani e vedendo le prestazione di Daniele direi che è andata anche bene. Giochiamo per dare il massimo nella nostra squadra non mi sono mai tirato indietro e ho sempre dato la mia disponibilità. È sempre giusto esserci, in un modo o nell’altro“.


Tag: Andrea FerrettiCiro ImmobileClaudio LotitoItaliaLeonardo BonucciRoberto Mancini