Sarri esonerato dalla Juventus:
al suo posto arriva Andrea Pirlo

Al tecnico bianconero, che lascia Torino dopo solo un anno, è stata fatale l’eliminazione in Champions League contro il Lione agli ottavi di finale. La proprietà ha subito optato per l’attuale allenatore dell’Under 23

Stipendi Juventus, solo tre giocatori guadagnano meno di Pirlo
Stipendi Juventus, solo tre giocatori guadagnano meno di Pirlo
newsby Lorenzo Grossi8 Agosto 2020


Maurizio Sarri non è più l’allenatore della Juventus. La decisione della società è stata presa nelle ultime ore dopo l’eliminazione dalla Champions League per mano del Lione. Un ko che ha inevitabilmente lasciato il segno. Questo il comunicato ufficiale della Juventus:

“Juventus Football Club comunica che Maurizio Sarri è stato sollevato dal suo incarico di allenatore della Prima Squadra. La Società desidera ringraziare il tecnico per aver scritto una nuova pagina della storia bianconera con la vittoria del nono Scudetto consecutivo, coronamento di un percorso personale che lo ha portato a scalare tutte le categorie del calcio italiano”.

Una stagione molto difficile per la Juventus di Sarri

La proprietà bianconera ha avuto un confronto molto approfondito con la dirigenza e con Maurizio Sarri per valutare la stagione; l’unica in cui il tecnico toscano è rimasto seduto sulla panchina della Juventus. Da qui la decisione dell’esonero, che si era ormai intuita dalle parole del presidente Andrea Agnelli subito dopo il match contro il Lione. Il 2019-2020 si è chiuso con il solo scudetto in bacheca. Il bilancio non è dipeso di per sé dall’eliminazione per mano del Lione, ma è stato tutto l’andamento della stagione a far sì che la partita di venerdì 7 agosto sia stata determinante per l’esonero. Da sottolineare, infatti, anche i flop in Supercoppa Italiana e in Coppa Italia.

Adesso il testimone passa a Pirlo

Al posto di Sarri, arriva Andrea Pirlo. L’ex centrocampista inizialmente era stato scelto per la formazione Under 23 per la sua prima esperienza in panchina, ma il ribaltone in prima squadra ha accelerato il salto carpiato. Una decisione che sarebbe di Andrea Agnelli in prima persona, con cui Pirlo è stato a colloquio in sede alla Continassa nel pomeriggio. Il nuovo tecnico ha firmato fino al 30 giugno 2022. Questo l’altro comunicato ufficiale odierno della Juventus.

“Sarà Andrea Pirlo il nuovo allenatore della Juventus. 41 anni, nato a Flero in provincia di Brescia, Andrea Pirlo ha una carriera leggendaria da calciatore che lo ha portato a vincere tutto, dalla Champions League al Campionato del Mondo nel 2006. Nei suoi quattro anni alla guida del centrocampo della Juventus, Pirlo ha vinto altrettanti scudetti, una Coppa Italia e due Supercoppe. Oggi inizia un nuovo capitolo della sua carriera nel mondo del calcio. Come si era detto circa una settimana fa: da Maestro a Mister. Da oggi per il popolo juventino sarà IL Mister, poiché la società ha deciso di affidargli la guida tecnica della Prima Squadra, dopo averlo già selezionato per la Juventus Under23. La scelta odierna si basa sulla convinzione che Pirlo abbia le carte in regola per guidare, fin dal suo esordio sulla panchina, una rosa esperta e di talento per inseguire nuovi successi. Andrea Pirlo ha firmato oggi un contratto biennale fino al 30 giugno 2022”.

Una sfida affascinante e un azzardo, considerando che “il Maestro” non ha mai allenato a nessun livello, e proprio per questo avrebbe dovuto iniziare a farsi le ossa nell’U23 (che ora, a sua volta, dovrà trovare un altro allenatore). Battute quindi la concorrenza dei vari Simone Inzaghi, Mauricio Pochettino e Zinedine Zidane. Per non parlare degli outisider Roberto Mancini, Luciano Spalletti e Paulo Sousa.


Tag: Andrea PirloJuventusMaurizio Sarri