Grande Torino, per la prima volta Cairo legge i nomi degli Invincibili

La commemorazione a Superga in forma ridotta a causa del Covid

newsby Sara Iacomussi4 Maggio 2021



Per la prima volta nella storia granata il presidente del Torino Fc ha letto i nomi degli Invincibili. Urbano Cairo infatti, in assenza del capitano Belotti a cui per tradizione spetta l’onore, ma oggi assente insieme al resto della squadra per le norme Covid, ha ricordato a Superga la tragedia del 4 maggio 1949. Una ricorrenza che unisce tutto il popolo granata, anche se in forma ridotta a causa della pandemia. “Oggi è stato totalmente inaspettato, mi è stato chiesto di leggere i nomi, è stato veramente molto emozionante, non mi era mai successo – ha detto Cairo – Venire qui a Superga anche senza gente è una cosa che dispiace perché l’abbraccio dei tifosi era bello in un giorno di commemorazione di grandi campioni ma soprattutto grandi uomini“.

Toro, Cairo: “Bravi ragazzi, bravissimo Nicola”


A margine della commemorazione, Cairo ha parlato della vittoria del Torino contro il Parma. “È una mattina bella per noi, perché ieri sera c’è stata una partita importante in cui serviva vincere. Ce l’abbiamo fatta. La squadra fa passi avanti, pur in un contesto complesso, hanno rimontato tante volte, vinto in finale tante partite. Bravi loro, bravissimo Nicola che ha rinsaldato tutti. Con lui mi trovo molto bene, lo conosco da anni, è una persona splendida, un ragazzo d’oro, con temperamento notevole e idee calcistiche. Belotti? Ha fatto un bellissimo gol ma in fuorigioco, ha preso un palo, si è dato da fare come sempre. Avere lui in campo anche se non fa gol vuol dire avere due avversari che lo marcano“.

“Superlega? Assemblea domani: per me attentato al calcio”


Non è mancato nemmeno un commento sulla questione Superlega, che nelle scorse settimane ha minacciato di sconvolgere l’intero mondo del calcio. “Abbiamo un’assemblea domani, dove all’ordine del giorno c’è la Superlega e l’esame di quel che è successo. È stato molto grave pensare a quella competizione, c’erano animi agitati e io l’avevo definito un attentato al calcio italiano ed europeo. Quello che conta è ciò che avviene in campo, non è bello che qualcuno abbia più diritti di altri. È importante che a livello Figc si è detto che se una squadra vuole partecipare in Campionato e in Uefa si vuole giocare in Europa si deve abiurare la Superlega“, ha concluso Cairo.

Grande Torino, al Filadelfia calciatori incontrano tifosi, ovazione per Nicola


Dopo la tradizionale messa per il Grande Torino, i calciatori e l’allenatore granata Nicola sono venuti ai cancelli dello stadio Filadelfia per incontrare i tifosi, rimasti fuori per il Covid. Grandi ovazioni per il mister.

 


Tag: TorinoUrbano Cairo