Temptation Island, incendio al villaggio “Is Morus Relais”

Trovata una lettera minatoria rivolta al direttore della struttura: danneggiata un’auto e la sala congressi

Villaggio Temptation Island
Villaggio Temptation Island @Instagram
newsby Ilaria Macchi7 Agosto 2020


L’Is Morus Relais, il villaggio di Santa Margherita di Pula, in Sardegna, è ormai diventato noto anche al pubblico televisivo che non ha mai avuto la possibilità di soggiornarvi. Questa è infatti la cornice che da qualche tempo ospita le riprese di “Temptation Island”, il programma curato da Maria De Filippi in cui sei coppie decidono di mettere alla prova la propria relazione. Nelle ultime ore al Relais è scoppiato un incendio, che ha coinvolto due diverse zone della struttura. I danni maggiori, come riferisce L’Unione Sarda, sono stati riportati dalla sala congressi e da un’auto che si trovava parcheggiata in uno dei giardini.

Lettera minatoria rivolta al direttore dell’Is Morus Relais, la “casa” di Temptation Island

L’intervento dei vigili del fuoco si è rivelato fondamentale per poter spegnere il rogo, oltre alla collaborazione con i militari della struttura di Pula. Ad essere state danneggiate sono state anche alcune attrezzature lasciate sul posto dalla produzione Mediaset, in vista della nuova edizione che andrà in onda a settembre con la conduzione di Alessia Marcuzzi (le riprese dovrebbero iniziare a breve).

Il villaggio è però anche una delle mete preferite da parte di tantissimi turisti che decidono di trascorrere un periodo di vacanza in Sardegna. Non appena ci si è resi conto della situazione, si è deciso così di far evacuare in via precauzionale i presenti. Un addetto all’antincendio dell’hotel è rimasto intossicato, ma prontamente soccorso dal personale del 118 che era presente sul posto.

“Se non cacciate il direttore, toccherà ai vostri familiari”

Gli inquirenti sono già al lavoro per individuare i responsabili. Al momento si pensa che possa essersi trattato di un atto dimostrativo nei confronti dei gestori della struttura, ipotesi confermata anche da una lettera minatoria trovata sul posto: “Se non cacciate il direttore, toccherà ai vostri familiari”, si legge.

Gianluca Loi, direttore della location, non può nascondere la preoccupazione, ma non ha comunque intenzione di fermare la sua attività, già colpita dal lockdown. In questa estate così particolare: “Ce l’hanno con me, mi sembra chiaro – sono le parole del dirigente riportate dal quotidiano sardo -. Io non ho comunque nulla da rimproverarmi. Non so chi sia riuscito ad arrivare a commettere un gesto così grave. Solo le persone ignoranti agiscono in questo modo. Questo attentato non ci impedirà di portare avanti la stagione: continueremo a lavorare come abbiamo fatto sin da quando abbiamo aperto per garantire la migliore vacanza possibile ai nostri clienti”.

Da Cologno Monzese nessuno ha voluto commentare l’accaduto, ma il rischio che possa essere necessario trovare una nuova location per “Temptation Island” non è da escludere.


Tag: Temptation Island