LOL 2, i top e i flop delle prime puntate (con spoiler)

Non resta che tirare un po’ le somme di questo esordio, tra grandi sorprese ma anche inattese delusioni

Virginia Raffaele LoL 2
Foto | Amazon Prime Video
newsby Rossana Quarato28 Febbraio 2022


È ufficialmente partita la seconda edizione di “LOL – Chi ride è fuori”, il comedy show esclusivo di Amazon Prime Video condotto da Fedez, supportato quest’anno da Frank Matano, concorrente della prima stagione. Giovedì scorso sono andate in onda le prime quattro puntate e c’è grande attesa per il finale che verrà trasmesso venerdì 4 marzo.

Non resta che tirare un po’ le somme di questo esordio, tra grandi sorprese ma anche inattese delusioni. Un cast variegato quello di questa seconda edizione, composto dalla vecchia scuola della comicità italiana affiancata da nomi più giovani, per molti ancora sconosciuti. E dopo il tubo di Frank Matano, la “terzo braccio challenge” di Ciro Priello o il celebre “Hai cagato?” che provocò l’ammonizione dello stesso Pintus, non sono mancati quelli che presto potrebbero diventare i nuovi tormentoni che ci accompagneranno nei prossimi mesi.

Il meglio di LOL 2

Protagonista indiscussa delle prime quattro puntate di LOL 2 è Virginia Raffaele che con la sua esilarante imitazione della nota artista Marina Abramovic ha dato sicuramente sfoggio di una delle performance migliori di questa edizione. In evidente difficoltà i concorrenti che hanno dovuto assistere alla sua gag cercando di non ridere, soprattutto nel momento finale quando ha riproposto la celebre “The Artist is present”. Quando cioè la Raffaele ha concluso il silenzioso incontro ravvicinato gettando una carta sul tavolo e con un imprevedibile “Scopa!” urlato sotto lo sguardo perplesso di Corrado Guzzanti.

Altrettanto incisiva la presenza di Maccio Capatonda, che ha subito trovato nel giovane Max Angioni la sua vittima prediletta. Così come il Mago Forest, con la sua “cravatta pelvica” o il cagnolino innamorato attaccato al suo ginocchio e soprannominato Stink dai suoi colleghi. Insomma, una vera e propria conferma.

Tra gli oggetti che, invece, siamo certi vedremo spesso in giro (proprio come era accaduto lo scorso anno con il tubo sonoro di Frank Matano) c’è il simpatico criceto parlante di Alice Mangione; la quale però sta facendo parlare di sé anche per il simpatico “Ti devi fare i ca**i tuoi” rivolto ad Angioni durante la gag della consegna degli Oscar. Una colorita espressione che ha dato subito il via a meme di ogni genere.

I flop

Ma non potevano mancare le delusioni. Perché c’è chi, nonostante gli sforzi – a volte neanche così evidenti – a far ridere proprio non ce la fa. Due in particolare i personaggi che nella kermesse delle risate forse hanno perso di vista l’obiettivo: quello di far ridere i propri colleghi, ma anche gli spettatori a casa. Prima fra tutti Tess Masazza, influencer e attrice, forse ancora poco nota ai più. Prima ad essere ammonita nel gioco, sembra proprio che Tess abbia utilizzato la strategia dell’invisibilità. Dopo una piccola gag, tra l’altro fallimentare, in pochi sembrano essersi accorti della sua presenza.

Allo stesso modo troppe aspettative forse erano state riposte su Gianmarco Pozzoli. Dopo aver causato l’esclusione della moglie suggerendole di mettere dello scotch sul volto per evitare la risata (vietato dal regolamento), Pozzoli si è cimentato in qualche piccola gag che però non ha sortito l’effetto sperato; nonché l’unico per il quale è stato chiamato a partecipare al gioco: far ridere gli avversari.

Insomma, non resta che aspettare gli ultimi due episodi per trovare l’ufficiale conferma delle prime impressioni oppure una smentita. Ciò che è certo è che anche quest’anno ancora per molto tempo sentiremo parlare di LOL!


Tag: LOL - Chi ride è fuoriLOL 2