Coronavirus, Bocelli: “Ho avuto il Covid, ora dono plasma per la ricerca”

Il tenore ha avuto i sintomi il 10 marzo scorso. Questa mattina Bocelli si è recato al centro prelievi dell'ospedale Cisanello di Pisa per donare il plasma ai fini dello studio sulla cura per i malati di Coronavirus

Bocelli e il lockdown
Bocelli e il lockdown
newsby Lorenzo Grossi26 Maggio 2020


Anche Andrea Bocelli ha avuto il Coronavirus ma è perfettamente guarito. Il tenore ha quindi deciso di donare il plasma per la ricerca dopo essersi recato questa mattina al centro prelievi dell’ospedale Cisanello di Pisa. La trasfusione di plasma donato da chi ha già avuto il Coronavirus, infatti, è una delle strade sperimentali che si stanno percorrendo in queste settimane, per accelerare la guarigione di persone già infette. Solo i pazienti che sono ufficialmente guariti, oppure coloro che, pur senza precedenti diagnosi, abbiano rilevato da test sierologico positività per le IgG, possono donare il plasma.

È stato proprio lo stesso Bocelli a rivelare il fatto di essere stato affetto da Coronavirus: la scoperta il 10 marzo scorso, dopo aver fatto il tampone. Parlando con i giornalisti fuori dall’ospedale, il cantante ha spiegato di non avere avuto particolari problemi: un po’ di febbriciattola, ma in pratica è stato un asintomatico. Contagiati, ha spiegato, anche la moglie, che a sua volta ha donato il plasma, e i due figli Matteo e Amos.

L’annuncio di avere preso il Coronavirus sulla pagina Facebook di Bocelli

“Per non allarmare inutilmente i miei fan, per rispetto verso coloro che hanno contratto il virus con ben altre conseguenze, ed anche per tutelare la mia famiglia, non ho ritenuto opportuno divulgare la notizia”, ha poi scritto Bocelli sulla sua pagina Facebook. “Perfettamente guarito già prima della fine di marzo, oggi nuove priorità m’impongono di rinunciare a quel riserbo che ho finora perseguito quale scelta di responsabilità. Ho immediatamente risposto ‘presente’ alla possibilità di donare il sangue, per lo studio sulla cura del Covid. Un piccolo gesto (ma irrinunciabile) con cui faccio la mia piccola parte”.

Durante la lunga quarantena Bocelli è stato tra gli artisti più impegnati nelle varie maratone musicali che hanno tenuta alta l’attenzione sulla necessità di donare: protagonista di uno straordinario concerto nel Duomo deserto di Milano il giorno di Pasqua con “Music for Hope”, il più grande evento di musica classica in streaming di tutti i tempi, ma anche nel cast globale di “One World Together” (unico italiano con Zucchero) tra Elton John e Lady Gaga.


Tag: Andrea Bocelli