Chef Rubio attacca i Maneskin e la risposta di Damiano fa impazzire i social

La querelle fra il personaggio televisivo e la band romana dopo l’esibizione al Coachella divide gli utenti: ecco cos’è successo

Chef Rubio Maneskin Coachella
Foto YouTube | Joe H
newsby Redazione19 Aprile 2022


Musica, spettacolo e (geo)politica si intrecciano nella querelle che ha interessato il noto personaggio televisivo Chef Rubio e i Maneskin. Al centro del dibattito c’è la performance della band romana al Coachella, uno dei festival musicali più famosi al mondo che si tiene ogni anno in California.

O meglio, le parole del cantante Damiano David al termine dell’esibizione. Il frontman del gruppo rock, reduce dal trionfo al Festival di Sanremo 2021 e all’ultimo Eurovision Song Contest, ha infatti cantato un inedito ispirato alla guerra in Ucraina (‘Gasoline’) e ha salutato il pubblico lanciando un appello affinché il conflitto si fermi. A far discutere è stata soprattutto una frase –Free Ukraine, fuck Putin” – che ha animato il dibattito sui social: vediamo cos’è successo.

Chef Rubio attacca i Maneskin, Damiano ironico: “Doppia salsiccia per me”

Se da un lato i Maneskin hanno incassato il plauso della Verkhovna Rada, il parlamento di Kiev, dall’altro hanno ricevuto forti critiche da alcuni utenti sostenitori del presidente russo Vladimir Putin. Fra questi c’è perfino chi si è rivolto direttamente al capo del Cremlino, invitandolo a liberarci “da Satana e dai suoi servitori”.

Chef Rubio Maneskin
Foto | Newsby

Agli hater Damiano ha risposto in maniera asciutta attraverso una storia Instagram: “Benvenuti in Italia”. Ma fra i critici dei Maneskin, come anticipato, c’è anche l’ex rugbista Gabriele Rubini, che negli ultimi anni ha guadagnato popolarità come personaggio televisivo nei panni di Chef Rubio. Da sempre sostenitore della causa palestinese, il cuoco romano ha criticato su Twitter la scelta di Damiano, Victoria, Thomas ed Ethan di concentrarsi esclusivamente sulla situazione in Ucraina.

LEGGI ANCHE: L’urlo per l’Ucraina di Damiano dei Maneskin al Coachella

“Sarebbe bello che i Maneskin, vista la visibilità che hanno, scrivessero e cantassero una canzone per Gaza, per la Palestina e invitassero a boicottare sotto tutti i fronti Israele – ha scritto –. In Palestina ci sarebbero pure persone dalle gambe più belle delle tue Damià, è che je sparano e quindi al massimo ne hanno una visto che di solito per come è ridotta l’altra la devono amputare. Grrr, quanto siete ribelli ca**o (fa ride che ve seguite da soli)”.

Damiano David
Foto | Sky

E non si è fatta attendere la risposta di Damiano, che sul palco del Coachella ha anche citato parte del discorso di Charlie Chaplin ne ‘Il grande dittatore’. Sempre su Twitter, infatti, il frontman dei Maneskin ha risposto direttamente a Chef Rubio in modo molto ironico: “Doppia salsiccia per me”. Risposta che ha ancora una volta infiammato i fan, come dimostrano gli oltre 2mila like al post e più di 300 condivisioni.


Tag: Gabriele RubiniManeskin