Non sarà Bezos il primo miliardario nello spazio: Branson lo anticiperà

Il fondatore di Virgin Galactic partirà l’11 luglio a bordo della navicella SpaceShip Two Unity, anticipando di nove giorni l’impresa del numero uno di Amazon

Richard Branson
Richard Branson
newsby Alessandro Bolzani2 Luglio 2021


La corsa allo spazio tra miliardari è iniziata. Mentre Jeff Bezos si prepara a lasciarsi alle spalle la Terra a bordo di un’astronave della sua compagnia Blue Origin, anche il miliardario britannico Richard Branson, fondatore di Virgin Galactic, si sta preparando a compiere un’impresa simile in tempi ancora più rapidi. Se tutto andrà per il verso giusto, la sua storica impresa inizierà l’11 luglio, nove giorni prima dell’inizio del viaggio del fondatore di Amazon. “La finestra per il prossimo volo di prova di SpaceShip Two Unity si apre l’11 luglio”, ha spiegato Virgin Galactic in una nota. Branson “valuterà l’esperienza dell’astronauta privato e si sottoporrà allo stesso addestramento, preparazione e volo dei futuri cosmonauti Virgin Galactic. L’azienda utilizzerà le sue osservazioni sulla sua formazione e sull’esperienza di volo per migliorare il viaggio di tutti i futuri clienti astronauti”.

L’equipaggio della VSS Unity

Virgin Galactic trasmetterà il volo in diretta. Per l’occasione non verrà utilizzato un classico razzo per portare in orbita la navicella, bensì un aereo da trasporto. Oltre a Branson, l’equipaggiato che viaggerà a bordo della VSS Unity sarà composto da due piloti e tre specialisti di missioni. Si tratta di Beth Moses, capo istruttore astronauti, Colin Bennett, ingegnere capo delle operazioni, e Sirisha Bandla, vicepresidente degli affari governativi e delle operazioni di ricerca di Virgin Galactic, che dovrà anche seguire un esperimento scientifico a bordo per conto dell’Università della Florida. I due piloti della VSS Unity saranno Dave Mackay e Michael Masucci, mentre l’aereo da traporto VMS Eve sarà guidato da CJ Sturckow e Kelly Latimer.

Branson: “Lo spazio appartiene a tutti noi”

Credo davvero che lo spazio appartenga a tutti noi”, ha dichiarato Branson. “Dopo 16 anni di ricerca, ingegneri e test, Virgin Galactic è in prima linea in una nuova industria spaziale commerciale, che deve aprire lo spazio all’umanità”. Oltre al volo dell’11 luglio sono previsti altri due test pria dell’inizio dei voli commerciali regolari nel 2022.


Tag: Jeff BezosRichard BransonSpazio